Una nuova sala operatoria grazie alla Fondazione Andi

SanPatrignano. Un’odontoiatria altruista, solidale e lungimirante è il principio cardine che da oltre 25 anni anima il rapporto di amicizia tra San Patrignano e l’Associazione Nazionale Dentisti Italiani insieme alla sua Fondazione.

Nel contesto di questa relazione, Fondazione Andi e Andi hanno deciso di donare alla Comunità riminese una nuova sala operatoria che sarà consegnata ufficialmente nell’ambito del 4° Simposio di odontoiatria in programma venerdì 7 e sabato 8 novembre a San Patrignano.

La rilevante iniziativa di solidarietà è riconducibile alla memoria di Dante Vecchioni, dentista socio Andi, scomparso durante il devastante sisma che colpì l’Abruzzo nell’aprile del 2009.
Fu proprio in seguito a quei terribili momenti che Fondazione Andi si spese per la realizzazione di un ambulatorio odontoiatrico-chirurgico per terapie in sedo-analgesia da installare nella città dell’Aquila.

Oggi, la donazione delle attrezzature di quella sala operatoria testimonia un nuovo traguardo nel segno dell’impegno portato avanti a favore degli ospiti della Comunità.
«Siamo molto felici – dice il dottor Giovanni Evangelista Mancini, presidente di Fondazione ANDI – di poter offrire ancora una volta il nostro contributo nella cura dei giovani ospiti di San Patrignano.
A renderci particolarmente orgogliosi è che le attrezzature di questo ambulatorio, utilizzate a L’Aquila nell’emergenza dopo il terremoto, abbiano trovato una nuova collocazione e possano aiutare nuovamente a ridare il sorriso a qualcuno che ne ha bisogno.

A San Patrignano ci unisce da tempo una fruttuosa collaborazione nell’ambito della prevenzione e della ricerca genetica ed epidemiologica sul papilloma virus umano (HPV), siamo certi che questo nostro gesto non possa che consolidare un rapporto fatto di reciproca stima e apprezzamento».

Tema di questa edizione del Simposio sarà “La preparazione verticale: aspetti clinici e tecnici”. Ne spiega la finalità Bruno Davide Pugliese, responsabile del servizio odontostomatologico di San Patrignano: «L’obiettivo del percorso formativo è individuare le possibilità e i limiti della preparazione verticale del moncone protesico alla luce delle più recenti acquisizioni».

Attraverso la diretta televisiva, peculiarità offerta dalla struttura di San Patrignano, verrà mostrata nei dettagli la sequenza operatoria.
Si eseguirà inoltre, un accurato inquadramento diagnostico, discutendo le alternative di intervento compatibili con le necessità del paziente e condividendo con la sala il lavoro dell’équipe e i protocolli sia clinici che odontotecnici.
L’evento è patrocinato dall’Ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri della Provincia di Rimini, da Amici di Brugg, dall’Associazione Nazionale Dentisti Italiani, dalla Società di odontoiatria di comunità italiana e dall’Accademia italiana di odontoiatria protesica. comunicati