Prevenzione. Fondazione CRT e Comunità San Patrignano portano “WeFree” ad Asti e Casale Monferrato

WeFree a Venezia

Altre due tappe in Piemonte per la campagna di prevenzione WeFree del Progetto Diderot della Fondazione CRT, realizzata in collaborazione con la Comunità San Patrignano. Dopo gli appuntamenti a Mondovì e Bra, il progetto arriva ad Asti, giovedì 8 febbraio, e a Casale Monferrato, venerdì 9 febbraio, con l’obiettivo di prevenire l’uso di sostanze stupefacenti, promuovere stili di vita consapevoli e sani, e diffondere la visione di un mondo libero dalla droga.

I cittadini liberi e consapevoli di domani si formano sui banchi di scuola oggi: la Fondazione CRT è convinta che tra i compiti della formazione scolastica vi sia anche quello di educare i ragazzi alla prevenzione e alla consapevolezza dei danni che l’uso di sostanze stupefacenti può provocare, in vista della costruzione del proprio futuro e della scoperta della propria strada – sottolinea il Presidente della Fondazione CRT Giovanni Quaglia –. Il progetto Diderot, che porta in aula occasioni sempre nuove di apprendimento e conoscenza, in oltre dieci anni ha coinvolto 770.000 studenti, tra i 6 e i 20 anni, oltre 37.000 classi, più di 52.000 gli insegnanti, per un impegno complessivo di circa 18 milioni di euro della Fondazione CRT”.

Gli studenti, quasi 800, prenderanno parte ai dibattiti assieme a ragazzi che stanno portando a termine il percorso in comunità, come spiega una delle responsabili del progetto WeFree, Patrizia Russi: “I nostri ragazzi metteranno a disposizione degli studenti le loro storie, raccontando non solo i propri errori, ma anche la difficoltà di rialzarsi. Un racconto che porta gli studenti stessi a spogliarsi dei loro dubbi e delle loro paure, raccontandosi a loro volta e riflettendo su quello che è il loro stile di vita”.

Giovedì ad Asti, al centro culturale San Secondo, saranno coinvolti circa 250 studenti dell’istituto superiore “Penna”, dell’Ipsia “Castigliano” e dell’Itis “Artom”.
Venerdì a Casale Monferrato, all’auditorium San Filippo, saranno oltre 500 gli studenti presenti, in arrivo dall’istituto “Balbo”, dal “Cellini”, dal “Galilei” e dal “Leardi”.

Il progetto WeFree all’interno del progetto Diderot tornerà in Piemonte a Cuneo il 16 febbraio con il format teatrale #ilbivio, uno spettacolo che coinvolgerà altri 500 ragazzi della scuola superiore.