Ragazzi Permale in Sardegna

Il tour è realizzato in collaborazione con Fondazione Banco di Sardegna, Provincia di Sassari, Comune di Porto Torres, Comune di Cagliari Assessorato alle Politiche Sociali e la sezione di Porto Torres dell’Associazione O.N.L.U.S. “Gruppo di appoggio incontro” da anni impegnata nella lotta contro la droga e la prevenzione del disagio giovanile. Lo spettacolo si rivolge agli studenti delle scuole superiori dell’area sassarese e cagliaritana. In particolare, a Cagliari, prenderanno parte all’iniziativa gli istituti Eleonora d’Arborea, Pitagora di Selargius, Leonardo da Vinci, Motzo di Quartu S.E., Grazia Deledda, Alberti e Martini.
“La tragica realtà – ha spiegato Andrea Muccioli, responsabile della comunità di San Patrignano – è che c’è un esercito di ragazzi che scappano da se stessi. Sono i drogati normali, frutto di un cocktail di egoismo e rassegnazione al quale ci siamo assuefatti. Ma il problema non è più solo il ragazzino che a 12 anni fuma droga. Nella stanza a fianco c’è suo padre che sta facendosi una riga di coca. Bisogna intervenire sul disagio familiare, creare centri di ascolto e socializzazione, proporre a chi si sta distruggendo un cambiamento”. Con un totale di circa 1500 ragazzi in percorso, di cui 8 originari di Cagliari e 5 di Porto Torres, negli anni la comunità riminese ha ospitato circa 200 ragazzi provenienti dalla Sardegna.

in_evidenza