I “Ragazzi Permale” in scena a Gemona del Friuli

Lo spettacolo di prevenzione di San Patrignano per far riflettere i giovani sulla tossicodipendenza.

Fa tappa a Gemona del Friuli il format teatrale “Ragazzi Permale”, lo spettacolo del progetto WeFree portato in scena dai giovani della comunità San Patrignano. Il format si pone l’obiettivo di diffondere un messaggio di prevenzione attraverso le esperienze, le storie di droga e di fatica di chi è passato attraverso una condizione di tossicodipendenza.
Mercoledì 25 marzo alle 9 nell’auditorium dell’I.s.i.s. Raimondo d’Aronco (via Battiferro 7) saliranno sul palco Alex, 21 anni, e Damiano, 23. Saranno loro a ripercorrere le personali storie di tossicodipendenza e di recupero, in un racconto scandito dalla conduzione del regista e attore Francesco Apolloni. E’ proprio attraverso le loro storie e parole, rivolte a ragazzi poco più giovani, che passa il messaggio di prevenzione: non solo un insegnamento, ma una condivisione del dolore provocato dalla dipendenza.
L’appuntamento prevede la partecipazione di circa 300 ragazzi dell’istituto.

Lo spettacolo “Ragazzi Permale” fa parte delle 8 tappe italiane realizzate con il sostegno di Fondazione ANIA per la sicurezza stradale, onlus nata per volontà delle compagnie di assicurazione italiane, che dal 2004 porta avanti iniziative per la riduzione del numero e della gravità degli incidenti stradali in Italia. La partecipazione della Fondazione ANIA al progetto WeFree è nata dalla consapevolezza che oltre un terzo degli incidenti stradali sono causati dalla guida in stato psicofisico alterato da alcol e droghe. Per limitare questo fenomeno, sono indispensabili iniziative di sensibilizzazione come questa e un’informazione basata anche sulle testimonianze dirette.

Da anni San Patrignano affianca all’impegno nel recupero dalla tossicodipendenza il progetto di prevenzione WeFree, sostenuto da Fondazione Ania e QN, che propone spettacoli teatrali incentrati sulle storie di alcuni ragazzi al termine del loro percorso di recupero. Dal 2002 i format teatrali di prevenzione inseriti nel progetto WeFree si sono sviluppati in oltre 400 tappe, con la partecipazione e il coinvolgimento attivo di oltre 40mila studenti ogni anno nelle scuole medie e superiori.

Il dialogo del progetto WeFree prosegue anche sul web grazie al sito www.wefree.it. comunicati