I ragazzi di San Patrignano con l’ultrarunner Stefano Gregoretti all’esame dei Magredi

running team stefano gregoretti magraid2016 sanpatrignano

Il San Patrignano Running Team sfida la steppa dei Magredi al fianco dell’ultra runner Stefano Gregoretti

Nuova avventura per i ragazzi della Comunità che parteciperanno alla 9° edizione del “Magraid” al fianco di Stefano Gregoretti;  la corsa a tappe di 100 chilometri che si correrà dal 17 al 19 giugno.

A guidare i cinque corridori del San Patrignano Running team sostenuto da Cimberio e Kappa, sarà l’atleta riccionese Gregoretti, il runner con la passione per le ultra maratone. Una gara dove il paesaggio e l’ambiente giocheranno un ruolo fondamentale. I Magredi sono infatti dei territori del tutto unici che caratterizzano parte del Friuli Venezia Giulia, una sorta di steppa nostrana con sassi, pietraie e poca vegetazione. “E’ la prima volta in assoluto che corriamo questa gara – spiega Claudio Lotti del centro minori di San Patrignano – Gregoretti sarà il capo gruppo, poi ci sarò io assieme a altri quattro ragazzi: Claudio Dal Corso, Sara Carrena, Dylan Leardini e Nicola Dhzanshev, un ragazzo russo”.

Una collaborazione fra Gregoretti e San Patrignano nata anni fa e che culmina in questa bella avventura. “Tutto è nato da una troupe di Sky Icarus che voleva raccontare la gara e che aveva chiesto di potermi seguire – spiega Gregoretti – Invece di fare la solita gara da solo ho pensato, insieme a Claudio Lotti, di portare con me i ragazzi della comunità. A Sanpa lo sport ha un grande valore, come cura e ancor più come trasmissione di valori. Da questo è nata l’idea di partecipare in gruppo. Questa è una gara diversa dalle maratone cittadine, ci sarà di certo più materiale da filmare per la troupe, ognuno dei ragazzi si racconterà e sarà una bella vetrina per Sanpa. Ci divertiremo facendo ciò che ci piace di più, correre”.

 

Impressioni

Saranno soltanto 180 i partecipanti essendo una gara a numero chiuso, sia per motivi di sicurezza che per la grande difficoltà, come spiega Claudio Lotti: “E’ una corsa a tappe, il debutto sarà con i primi 10 chilometri in notturna, poi i 55 del secondo giorno e i 35 dell’ultimo giorno. Di ultratrail ne ho già corsi, ma affrontare questa sfida con i ragazzi ha un valore maggiore. Accompagnarli passo dopo passo e stare insieme nei momenti di difficoltà, sarà un’esperienza unica per tutti noi. Il territorio dei Magredi è molto particolare e se fa caldo arriveranno le difficoltà perché si trasforma in un vero deserto. Tra i problemi da affrontare ci sarà di certo l’idratazione, una bella sfida per tutti i partecipanti”.

“Per prepararci – conclude Gregoretti – abbiamo portato avanti un allenamento particolare che prevedeva corsa sui sassi per simulare il greto del fiume, ambiente che incontreremo in Friuli. Per tutti noi, me compreso, sarà la prima volta. Non andiamo col coltello tra i denti, ma per vivere un’esperienza unica insieme”.

Video

Guarda i video girati da Stefano Gregoretti:
Magredi 100 km preparazione seconda tappa
38esimo km
Prima Crisi
Seconda Crisi
L’arrivo

Programmazione TV

SKY SPORT 3
Sabato 09/07/16 ore 06.30

SKY SPORT PLUS
Lunedì 04/07/16 ore 17:30
Giovedì 07/07/16 ore 06.00
Giovedì 07/07/16 ore 09.00
Giovedì 07/07/16 ore 02.00

SKY SPORT MIX
Martedì 05/07/16 ore 09.00
Giovedì 07/07/16 ore 09.30