Rapporto Mondiale Droga 2007

In occasione della Giornata Mondiale Contro la Droga è stato presentato il Rapporto Mondiale 2007 dell’Ufficio dell’ONU contro l’abuso e il traffico illecito di sostanze stupefacenti.

I dati sono relativi al periodo 2004/2006 e annunciano che il quadro globale è stabile. Dall’ONU arriva comunque l’esortazione a non prendere questo dato come un segnale positivo perché, come sottolinea Antonio Maria Costa, Direttore Esecutivo dell’ UNODC, ‘Al miglioramento in alcune zone si accomuna il deteroriamento della situazione altrove’.

Per quanto riguarda la cocaina si rileva un calo nella produzione nella zona delle Ande, mentre è in aumento il consumo di questa sostanza in particolare in Italia e nel Regno Unito.
Stabile il numero di coltivazioni e di abuso di cannabis a livello mondiale, mentre aumentano i consumatori di hashish che si rivolgono a strutture specializzate per i disturbi causati da tale consumo.
Per quanto riguarda le droghe sintetiche quali ecstasy e varie tipologie di amfetamine, si registra anche in questo caso una situazione stabile nella diffusione.

La situazione più allarmante proviene sempre dall’Afghanistan, in particolare nella regione di Helmand, dove la produzione di oppio è aumentata nel 2006 del 46%.
“Non dobbiamo abbassare la guardia”, ribadisce Costa, “prevenire e investire per la lotta alla droga sono tuttora azioni di vitale importanza”.