Recupero e prevenzione il giusto impegno contro la droga

Alla vigilia della Giornata Mondiale della lotta alla Droga, non possiamo che condividere il tema lanciato quest’anno dall’agenzia delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine.

Una verità che da sempre abbiamo fatto nostra, prova ed esempio sono gli oltre 25mila ragazzi che abbiamo accolto in maniera completamente gratuita dal 1978 ad oggi, mai trattati come malati, ma solo come persone che sono scivolate nel corso della vita e che avevano solo bisogno di una mano amica per rialzarsi.
In questo periodo storico in cui stiamo assistendo ad una normalizzazione del fenomeno droga, in cui la legalizzazione sembra essere divenuta una delle questioni più importanti, riteniamo essenziale e quanto mai attuale il nostro impegno.
Un impegno che porta il sorriso dei nostri 1400 ragazzi che finalmente possono vivere le loro emozioni in maniera lucida, condividendo gioie e dolori della vita di ogni giorno.

Essenziale per noi però è anche la seconda parte del messaggio dell’Onu, quello in cui parla di prevenzione.
In Italia mai come oggi abbiamo necessità di una nuova politica a sostegno dei giovani, di un Governo che si impegni in prima persona nel fare prevenzione e che affianchi chi già porta avanti progetti di questo tipo.
Noi lo facciamo da anni con il nostro con il progetto di prevenzione WeFree.
Quasi 40mila i ragazzi incontrati solo nell’ultimo anno scolastico, attraverso le visite che hanno fatto a San Patrignano e gli incontri che abbiamo fatto nelle scuole. Incontri che si sono sviluppati in veri e propri dibattiti e spettacoli teatrali che abbiamo portato in tutta Italia.

Momenti importanti per gli studenti perché nelle storie che i nostri ragazzi raccontano spesso trovano punti di contatto con le loro, ma ancor più perché incontrano persone disposte ad ascoltarli. Perché siamo sempre più convinti che molto, se non tutto, passi da qui. Da quel dialogo che spesso all’interno delle famiglie viene a mancare, vuoi per una società che viaggia ad una velocità ormai insostenibile, vuoi perché è più facile demandare e nascondere la testa sotto la sabbia. in_evidenza