Relazione annuale al Parlamento, altri dati

La novità del 2007, per quanto riguarda la cura delle tossicodipendenze, è l’incremento dei consumatori di cocaina che hanno avuto bisogno di cura. In diminuzione, invece, i consumatori di eroina

Il dato emerge dalla Relazione annuale al Parlament sullo stato delle tossicodipendenze, presentata oggi a Palazzo Ghigi dal sottosegretraio Carlo Giovanardi. Complessivamente, nel 2007, hanno avuto bisogno di cure poco meno di 320 mila consumatori, di cui 205 mila per eroina e 154 mila per cocaina. Hanno ricevuto un trattamento presso i Sert (servizi pubblici per le dipendenze) 171.771 persone, di cui 16.433 sono state inviate presso le comunità. Quasi 2.000 coloro che si sono rivolti direttamente a queste ultime senza passare dai Sert. Gli altri 130 mila consumatori bisognosi di cura non sono invece stati in carico presso i servizi.
Si conferma anche nel 2007 la preponderanza di utenti dei Sert con abuso di oppiacei (74% dell’utenza complessiva). Seguono la cocaina (16%) e la cannabis (8%). L’età media delle persone in trattamento è di circa 35 anni, quasi un terzo è disoccupato e l’8% senza fissa dimora, percentuali che aumentano tra gli stranieri. Il 64% riceve trattamenti farmacologici insieme a interventi psicosociali, mentre il 36% riceve solo questi ultimi. Il 12% degli utenti dei Sert nel 2007 è risultato positivo al testo Hiv.

Attenuato il trend di aumento del consumo di cocaina
Nel 2007 il consumo di polvere bianca non ha avuto sostanziali differenze rispetto al 2006. Aumenta invece la diffusione dell’uso di cannabis, sia a livello occasionale che quotidiano, è stabile quello di eroina.
Per quanto riguarda la cocaina, 1 persona su mille ha dichiarato di farne un uso frequente, 8 su mille sporadico. Ben 14 italiani su mille, invece, di età compresa tra 15 e 64 anni , consuma cannabis ogni giorno, mentre il 14% lo ha fatto in modo sporadico, e in questo caso l’incremento maggiore si è registrato nella popolazione femminile. Leggero decremento, invece, del consumo di cannabis tra gli studenti. Il 20% di chi ha provato la cannabis lo ha fatto a 15 anni o meno, il 50% fra i 16 ed i 20 anni ed il restante 30% dopo i 20 anni. A fare più uso di hashish e marijuana sono i giovani (15-24 anni), mentre il consumo decresce con l’età. Diffuso il policonsumo, e soprattutto il mix droga-alcol, e dalla ricerca si evince che i consumatori di droghe hanno un rischio una volta e mezza più elevato di essere anche consumatori di alcol. Per quanto riguarda stimolanti e allucinogeni, 6 persone su mille ne ha fatto uso almeno una volta nel corso del 2007.

Quanto costa la droga
Cocaina ed eroina costano sempre meno, mentre aumentano i prezzi dell’Lsd e della cannabis. Costa meno anche la singola pasticca di ecstasy, passata da una media di 24 euro del 2006 a una media di 18 euro. Per un grammo di cocaina si spendono tra 71 e 93 euro, per uno di eroina bianca tra 59 e 87 euro, per quella nera tra 42 e 59, per marijuana e hashish tra 5 e poco più di 9 euro. TRa 28 e 30 euro per una dose di Lsd.

Aumentati del 200% i controlli sui guidatori
Il numero di controlli svolti dalle forze dell’ordine sui guidatori, per verificare se si erano messi al volante in stato di ebbrezza o sotto l’ effetto di droghe, nel 2007 è cresciuto del 200% rispetto all’ anno precedente. Lo si rivela nella Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze, presentata oggi.
Sempre a livello di prevenzione, l’ anno scorso si è intervenuti soprattutto nelle scuole (l’82 % ha attivato progetti per l’anno scolastico 2007-2008), nelle famiglie (programmi di incontri) e nelle comunità locali ( centri di counselling, spazi ricreativi e culturali). In tutte le Regioni sono state poi condotte attività di reinserimento sociale di tossicodipendenti.

Aumentano le overdose
Sale il numero delle persone che muoiono a causa di overdose: nel 2007, con 589 decessi, si è registrato un incremento del 6% rispetto all’anno precedente, quanso erano stati 551. E aumenta la percentuale dei decessi per cocaina. E’ quanto rivela la Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze, presentata oggi.
L’età media dei decessi è progressivamente aumentata (dai 33 anni del 2005 ai 35 del 2007). Il rapporto maschi-femmine è di 9 a 1. Relativamente costante rimane la proporzione delle morti per intossicazione acuta tra gli under 19enni, che costituiscono l’1-2% del totale.
La quota di morti attribuibili a intossicazione da sostanze vede l’eroina stabile al 40%, mentre quella riconducibile alla cocaina è passata dal 2,3% del 2001 al 6,1% del 2007.

Fonte: ANSA