Rispetto e fiducia, ecco la Pasqua di San Patrignano

I ragazzi di San Patrignano si preparano a festeggiare Pasqua in un’atmosfera di gioiosa euforia, complici le belle giornate di sole, i profumi della fioritura precoce, i colori della primavera. Don Fiorenzo, il parroco della comunità, ha visitato come da tradizione i vari settori, tante tessere che compongono un grande mosaico animato da oltre 1350 ragazzi e ragazze. La sua benedizione quest’anno invita a pensare al significato profondo di una parola: pulizia. Intesa soprattutto come nitidezza delle intenzioni che si rinnovano con più forza e più motivazione. Una  pulizia interiore che tutti i ragazzi sono chiamati a fare nel rispetto degli altri e nella capacità di avere fiducia in se stessi lungo un cammino di recupero che ogni giorno richiede impegno e perseveranza.

La giornata di domenica si aprirà come sempre con la colazione di Pasqua. Un rito che si rifà alle usanze del territorio, secondo il quale a tavola si comincia con un pasto a base di uova sode, torta di formaggio, colomba e naturalmente l’ingrediente principe di questa ricorrenza, vale a dire il cioccolato. Seguirà la Santa Messa aperta a tutti e subito dopo il pranzo della domenica insieme nel grande salone della Comunità.  Molti i ragazzi coinvolti nell’organizzazione: da chi si occupa di realizzare i centrotavola e i portauovo decorati, a chi ha impastato e sfornato le colombe e le torte al formaggio. In ognuno di loro si legge la soddisfazione di cominciare a poter fare affidamento sulle proprie capacità, di poter contribuire a rendere speciale la festa. Un giorno da ricordare, in cui la fraternità irrobustisce i legami, aiuta a superare le divergenze, rendendo nuovo vigore ad un luogo di grandi fatiche ma anche di grandi conquiste.