RISVEGLIARE UN’INDIVIDUALITÀ UNIVERSALE

Srinivas Venkatram Pef San Patrignano

Srinivas Venkatram è l’ideatore dell’iniziativa Illumine

Srinivas Venkatram con un intervento sullo sviluppo delle competenze umane, dal titolo “Mappe del divenire e strumenti di pensiero per avventurieri evoluzionisti”, ha aperto la seconda giornata del Positive Economy Forum, convention internazionale sull’economia positiva.

L’ospite indiano ha spiegato: «Le persone hanno bisogno di responsabilizzazione cognitiva: questa è la base di tutto il mio lavoro. Se vogliamo costruire un economia positiva dobbiamo formare persone positive. Non ne bastano 5 o 10. Abbiamo bisogno di centinaia di migliaia di persone che pensano in modo positivo. La vera sfida è creare le modalità per formarle.

Abbiamo compreso che il sistema d’istruzione non risultava adeguato al perseguimento di tale obbiettivo e, grazie all’esperienza, ideato un sistema più pratico che teorico, che mette al centro del suo programma lo sviluppo della capacità di adattamento alle future trasformazioni. Grazie a questo nuovo modello educativo abbiamo collaborato con la più grande banca indiana, con uno dei maggiori istituti universitari del Paese e con centinaia di scuole, entrando così in contatto con più di 2 milioni di persone.

Nelle scuole abbiamo affiancato al normale percorso scolastico un nuovo sistema di crescita, una mappa del divenire, che mira a stimolare nei giovani l’aspirazione di un percorso evolutivo, oltre all’assimilazione del concetto di economia positiva.

L’obbiettivo finale è quello di creare una società di esseri umani capaci di trovare significato nelle opportunità lavorative, sviluppando capacità di comprensione delle trasformazioni in atto di volta in volta, perché le persone devono imparare ad elevarsi nel tentativo di risvegliare qualcosa di grande che ognuno ha dentro di se.

Gli uomini devono comportarsi come degli avventurieri evoluzionisti che sappiano andare oltre i confini geografici e d’identità, per condividere con gli altri la capacità di risvegliare un’individualità universale».