Il Rotary Club Riccione Cattolica si mobilita per la Casa alloggio di San Patrignano

Rotary - San Patrignano

“Operazione cuore” per il Rotary Club Riccione Cattolica che grazie alla generosità dei propri associati ha potuto acquistare e donare un nuovo elettrocardiografo per la Casa alloggio di San Patrignano. Lunedì 23 aprile una piccola delegazione del Club composta dal presidente Daniele Gusella, Giovanna Antonelli, Giancarlo Pasini e Riccardo Angelini, ha visitato la struttura situata all’interno della Comunità di recupero. “Siamo orgogliosi e contenti di quanto fatto per San Patrignano – ha dichiarato il presidente Daniele Gusella – la scoperta dei valori e dell’organizzazione che anima questo luogo di cura mi ha affascinato. Anche se il nostro gesto di solidarietà è una goccia nel grande mare, crediamo ugualmente che possa servire”.

Aperta ad accogliere tutti coloro che hanno fiducia nel prossimo e condividono l’impegno nel sociale, San Patrignano è una grande famiglia che ospita al suo interno il Centro Medico, struttura sanitaria polivalente costruita per poter accogliere anche tossicodipendenti in gravi condizioni di salute, garantire prestazioni sanitarie in tempi rapidi, senza dovere spostare ogni giorno decine di persone dalla Comunità alle strutture ospedaliere pubbliche, non gravare di lavoro le strutture sanitarie pubbliche locali e infine rendere possibile un’efficace attività di prevenzione, garantendo agli ospiti una permanenza in Comunità priva di rischi. Il Centro medico costituisce un’esperienza probabilmente unica in Italia, in quanto nessun’altra Comunità terapeutica è dotata di una struttura sanitaria così complessa. La Casa alloggio, pur essendo convenzionata con il Servizio sanitario nazionale, deve sostenere autonomamente i costi per la sostituzione degli strumenti elettro medicali obsoleti o non più funzionanti.