San Patrignano, all’architetto Luca Mazzotti il premio “Design for Social”

Il lavoro presentato da Mazzotti e dal suo collaboratore, Massimiliano Franzini, Divis e Divis +, elaborazione di un elemento libreria realizzabile in diversi materiali, da legno, al metallo, ai compositi e facilmente integrabile con le finiture artigianali caratteristiche degli arredi di San Patrignano, è infatti stato considerato il migliore tra quelli presentati al concorso, aperto lo scorso mese di novembre.

La giuria presieduta Massimo Iosa Ghini, architetto e designer con lo studio “Iosa Ghini Associati” con sedi a Bologna e Milano e per ben tre volte vincitore del “Good Design Award” (Chicago Atheneum) e del “Red Dot Award”nel 2003, ha considerato il progetto come quello di maggiore interesse, novità e valore estetico.

Per la giuria, infatti, il design ha come finalità la coniugazione di estetica e razionalità e da la possibilità agli architetti di misurarsi con uno stimolo creativo orientato alla funzionalità ma permeato dalla soddisfazione tangibile di veder esposte e vendute le proprie creazioni nelle vetrine di tutto il mondo. E nel caso di “Design for Social”, con il valore aggiunto rappresentato da una collaborazione realizzata con una realtà umana e sociale come quella di San Patrignano. Un luogo dove la formazione professionale è strumento essenziale per garantire il reinserimento sociale dei ragazzi della comunità alla fine del loro precorso di recupero. Mentre, la commercializzazione dei prodotti delle sue 3 cooperative sociali consente di reperire le risorse necessarie alla vita del più grande centro di recupero dalla droga d’Europa.

“Da anni collaboriamo con designer di tutta Italia – ha spiegato Daniela Simonazzi, responsabile del settore “Design Interiore” di Sanpa – ma il nostro obiettivo è sviluppare sinergie e rapporti con il nostro territorio. Crediamo di potere essere un veicolo in grado di fare conoscere in Italia e all’estero le potenzialità creative del nostro territorio. Un messaggio che Luca Mazzotti ha saputo cogliere e interpretare benissimo”.
In linea con questo proposito, la presentazione della prima serie di librerie Divis e Divis + è previsto a gennaio del prossimo anno, su un palcoscenico di assoluta eccezione: Maison & Objet di Parigi..