Hai bisogno di aiuto? Dona ora

San Patrignano con Restore perchè venga riconosciuta la figura dell’operatore di teatro sociale

Si è tenuta ieri nella Sala Stampa della Camera dei Deputati la presentazione di RESTORE, il primo progetto dell’UE a occuparsi dello sviluppo della figura professionale di Operatori di teatro sociale, le cui competenze e abilità non sono ancora adeguatamente riconosciute nella maggior parte dei paesi europei. RESTORE (questo l’acronimo del progetto) significa: REcognition of the Social Theatre Operator as a professional to tackle the Risk of social Exclusion e mira a promuovere la cooperazione e lo scambio di buone pratiche a livello europeo nonché per aumentare le opportunità e l’occupabilità di professionisti che lavorano nel campo del teatro sociale e di comunità.
A presentare il progetto Pascal La Delfa, Presidente dell’Associazione Oltre Le Parole Onlus, Federico Mollicone, Fondatore intergruppo parlamentare cultura e arte nazionale – Paolo Ciani
Regione Lazio – Vicepresidente VII Commissione sanità e politiche sociali.

Capofila del progetto è l’Associazione italiana Oltre Le Parole Onlus che da oltre 15 anni si occupa di formazione di Operatori di teatro nel Sociale in tutta la penisola con l’obiettivo di istruire professionisti che possano operare nei propri territori per l’integrazione sociale e utilizzando le arti-e il teatro in particolare- come strumento di espressività, relazione, conoscenza e benessere.

Il progetto europeo coinvolge sei paesi europei attraverso associazioni e realtà con esperienze decennali nel campo sociale di diversa natura: per l’Italia la Comunità San Patrignano, per l’Irlanda l’associazione Smashing Times , per la Polonia Grodskjy Teater , l’associazione Pele per il portogallo Portogallo, Prosoc per la Slovenia e Magenta Consultoria per la Spagna.

Partner associati di Restore: Università Roma Tre e la no profit Dire Fare Cambiare.
Il cuore del progetto Restore è lo scambio di metodologie e buone pratiche tra i partner che prevede dei corsi pilota gratuiti per operatori di teatro sociale che coinvolgeranno circa 1000 persone nei Paesi aderenti.
Ha presentato il progetto Pascal La Delfa, presidente dell’associazione “Oltre le parole o.n.l.u.s. di Roma”, capofila del progetto Restore che dichiara: “sono orgoglioso di raccogliere i primi importanti frutti di un lavoro iniziato oltre vent’anni fa. Abbiamo sempre lavorato perché crediamo fortemente nel valore sociale del teatro e nella necessità di connessione e scambio di buone pratiche ed esperienze tra chi fa questo lavoro dal basso, lontano dai riflettori mediatici e dai convegni autocelebrativi. In questo settore dove spesso si lavora per essere “esclusivi”, rivendichiamo la nostra apertura e necessità di un continuo confronto anche con altre figure professionali ed esperienze europee, al fine di poter definire meglio la nostra professione e soprattutto la nostra professionalità, che vuol dire anche impegno e responsabilità. Il teatro è sempre sociale.”
La presentazione ha potuto contare su un intervento d’eccezione: in collegamento telefonico Sergio Escobar – Direttore teatrale, accademico e dirigente pubblico, storico direttore del Piccolo Teatro di Milano, in fase dimissionaria.


18 Settembre 2020
condividi
Iscriviti alla Newsletter e resta in contatto con noi!
San Patrignano usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione