San Patrignano partner di un progetto europeo sul teatro sociale e di comunità

Un progetto europeo a sostegno del teatro sociale e di comunità. È il “REcognition of the Social Theatre Operator as a professional to tackle the Risk of social Exclusion” guidato dall’associazione italiana Oltre le Parole Onlus e a cui ha aderito come partner anche la comunità San Patrignano, assieme a realtà sociali di altri cinque paesi europei: Irlanda, Polonia, Portogallo, Slovenia e Spagna. Il progetto, finanziato dalla Commissione Europea all’interno del programma Erasmus +, durerà tre anni e si pone come obiettivo quello di promuovere la figura professionale dell’operatore di teatro sociale, nonché la sua formazione, giungendo al riconoscimento di tale qualifica fra quelle europee già in vigore, e di promuovere la diffusione del teatro sociale e di comunità come mezzo di inclusione sociale per i gruppi più svantaggiati, tra cui disabili, migranti, minoranze etniche, ex tossicodipendenti e carcerati.

La volontà è di formare circa 80 operatori di teatro sociale cercando di uniformare la figura professionale all’interno dell’Unione europea e andando ad agire su 600-800 persone svantaggiate. I due principali elementi di innovazione saranno l’inclusione nel progetto delle più differenti declinazioni di teatro sociale e la sua focalizzazione sul ruolo dell’educazione non formale in ambito teatrale. Saranno quindi organizzati cinque momenti di formazione fra Spagna, Italia, Irlanda, Portogallo e Polonia per poi convergere a San Patrignano nella primavera del 2022 per il grande evento finale.

Il progetto ha avuto il suo inizio il 5 e 6 dicembre 2019 a Dublino e avrà il suo secondo momento di approfondimento dal 10 al 15 febbraio in Spagna.

Per saperne di più visita il sito https://www.restore-project.com/