San Patrignano protagonista a LH Forum

A lezione di economia positiva. Una delegazione di San Patrignano si è recata in questi giorni a Le Havre dove si sta svolgendo la terza edizione del Forum per l’Economia Positiva.

Una visita volta da un lato a comprendere meglio l’organizzazione dell’evento per poi migliorarci a nostra volta l’anno prossimo, dall’altra per essere direttamente protagonisti di questo movimento.

Dato per certo che nell’aprile 2015 si bisserà LH Forum San Patrignano, intanto a Le Havre è intervenuta Letizia Moratti, cofondatrice della Fondazione, per ribadire quanto emerso durante la due giorni di convegno tenutisi a giugno in Comunità.

«Il movimento per l’Economia Positiva, è un formidabile strumento per promuovere questa nuova cultura, tanto più necessaria dopo l’impatto devastante della crisi economico-finanziaria.
Lo scorso giungo abbiamo avuto l’opportunità e il piacere di ospitare a San Patrignano il primo International Positive Economy Forum.

E’ stato un vero e proprio successo. In quella sede abbiamo proposto al Governo Italiano 10 azioni da attuare quanto prima, come diffondere i valori dell’Economia Positiva , sostenere lo sviluppo di strumenti di finanza sociale, misurare il contributo del Terzo settore al PIL, implementare l’indice di positività dell’economia come strumento di pianificazione e di valutazione delle politiche economiche di Governo. L’Eurostat, sfortunatamente, ha preso la decisione di includere nel calcolo del Pil i proventi dell’attività criminale.

Vogliamo far sì che l’Economia Positiva raggiunga l’obiettivo di sostituire l’indice Pil con l’Indice di Positività e che comunque, nel frattempo, si faccia in modo che nel calcolo del Pil entrino le attività sociali e il volontariato ed escano quelle criminali.

I giovani non dovranno ulteriormente pagare gli errori commessi dalle generazioni precedenti, «Mai come oggi è urgente e necessario che tutti noi adottiamo azioni volte a tutelare la qualità della vita delle generazioni future. Insieme possiamo e dobbiamo offrire un grande contributo».