Il San Patrignano Running Team pronto per la maratona di Venezia

All’edizione 2013 della maratona di Venezia parteciperà anche il San Patrignano Running Team, la squadra podistica della più grande Comunità per tossicodipendenti d’Europa.
La gara è una delle due tappe conclusive del progetto “Oltre il Traguardo”, fortemente voluto dalla Comunità di San Patrignano, in collaborazione con la Rosa Associati del dottore Gabriele Rosa, sostenuto da Cimberio, Ferragamo, Carim e Kappa, volto a portare parte della squadra della Comunità a gareggiare a Venezia, e la restante alla maratona di New York il prossimo fine settimana.
Una sfida entusiasmante ma complessa perché molti dei ragazzi di San Patrignano, dopo un passato di droga ed emarginazione, si affacciano per la prima volta ad una competizione sportiva di tale livello.
Saranno otto quelli correranno i km 42,195 in laguna, dopo una preparazione iniziata lo scorso febbraio. «Sono stati lunghi mesi di allenamenti – spiega il dottor Gabriele Rosa – L’obiettivo è che tutti e otto i ragazzi finiscano la maratona e credo davvero che riusciranno a portarla a termine. Si sono impegnati tanto e sono arrivati a un buon punto, partecipando a tutte le gare che gli abbiamo proposto. Mi auguro davvero che riusciranno a fare il buon risultato che si sono prefissati».Di certo per loro si tratta già di una vittoria il solo fatto di riuscire a partecipare ad una gara tanto importante. Ne sa qualcosa Daniele Aldeghieri, ragazzo in percorso a San Patrignano che domenica sarà impegnato fra le calle: «E’ il coronamento di un sogno. La Comunità è riuscita a riaccendere non solo me stesso, ma anche la mia passione per la corsa che avevo quando ero ragazzino e che poi era stata annullata dall’uso di sostanze. Preparaci al meglio per questa maratona è stata una sfida nella sfida, dovendo allenarci all’interno della Comunità, impegnandoci al massimo senza tralasciare però nulla dell’aspetto comunitario. Ha voluto dire alzarci persino alle 5 di mattina pur di trovare un momento per gli allenamenti, ma questa gara finale ci ripagherà di certo di ogni fatica».

comunicati