I Sanpa Singers in concerto a Riccione

Un appuntamento importante che segna il ritorno dei Sanpa Singers su un palcoscenico all’esterno della Comunità: «Ci aspettiamo – spiega Marco Galli – che sempre più ragazzi di Sanpa si avvicinino a questa realtà e che serate simili aiutino a creare un gruppo sempre più grande, unito e affiatato».

A salire sul palco sono stati: Sara Campedelli, Giulia Gourge Tekla, Antony Polito, Stefano Sarno, Ivan Sebillo, Gennaro Puca, Pier Luigi Virili, Pasquale Buonincontro, Alice Camassa, Catia Schiff, Mateja Malcic e Nicole Segato. Si sono esibiti in un repertorio di musica religiosa africana e di pop americano. Sei i brani eseguiti in apertura tra cui Jerusalem, canto tradizionale Zulu, Ise Oluwa, un brano nigeriano, I wanna be ready, Lean on me, scritto dal cantante Bill Withers, I’ve got peace di Debby Mohr e Dauglas Birke e un canto tradizionale africano, Syiahamba. E per concludere il concerto il coro Città di Riccione si è unito ai Sanpa Singers cantando Hosanna, Deep River, My soul’s been anchored e In the Lord.

«È stata una serata davvero emozionante e credo che appuntamenti simili dovrebbero essere organizzati più spesso», racconta Pierluigi Virili, veterano del coro che ha presentato i brani durante le esecuzioni. «Sono circa due anni che faccio parte dei Sanpa Singers e grazie al canto corale ho avuto la possibilità di riacquistare il senso di alcuni valori, come la forza dello stare assieme, il sacrificio e la costanza. Grazie all’impegno di ogni componente del coro stiamo raggiungendo ottimi risultati, uno fra gli altri, quello di esserci esibiti qui questa sera».