Saranno famosi

Nella formazione sono confluiti i membri del Sanpa Group, piccola rock band di alcuni appassionati musicisti specializzata nella riproposizione di cover di successo

di Lucia Rughi

Si accendono gli amplificatori, le voci si scaldano. Gli ultimi accordi agli strumenti e già i piedi cominciano a battere il ritmo. Prima si è tante singole tonalità ed estensioni vocali ma con il primo cenno del maestro i suoni cominciano a prendere forma e tutto si fonde nella magia della musica. Sono passati solo un paio d’anni ma i Sanpa Singers hanno fatto passi da gigante.

Nato con l’intenzione di costruire all’interno della comunità un gruppo che si occupasse dei canti per le varie occasioni di festa, il coro è stato seguito sin dall’inizio dal maestro Marco Galli che lo ha plasmato fino a valorizzarne ogni singolo elemento.

Oltre a quello di Sanpa il maestro dirige anche il Coro Città di Riccione ed è insegnante di Fisica e Storia della Musica.

All’interno della formazione sono confluiti i membri del Sanpa Group, piccola rock band composta da alcuni appassionati musicisti e specializzata principalmente nella riproposizione di cover di successo. Con l’arrivo del maestro, circa un anno fa, si è cercato di organizzare un programma superando le ruggini dilettantesche attraverso una disciplina comune. “Quando ho cominciato ho avuto da subito una piacevole sorpresa – racconta il maestro – mi aspettavo di trovare attitudini musicali nella media, invece ho scoperto elementi di altissimo livello canoro”.

Prova dopo prova, mese dopo mese, i primi risultati sono arrivati. Oggi il coro conta una ventina di ragazze e ragazzi che si impegnano con costanza ed entusiasmo, sacrificando anche il loro tempo libero. Li unisce oltre alla passione per la musica, l’affiatamento e la voglia di crescere artisticamente. Come negli sport di squadra, le vittorie sono di tutti. In questo caso vincere significa concentrazione, sintonia, attenzione. Ma al di là delle semplici direttive che regolano un gruppo canoro, ciò che distingue i Sanpa Singers è la voglia di esserci, il senso di partecipazione a un qualcosa in cui prevale la complicità e ciascuno prova a dare il meglio di sé.

Continua Marco Galli: “In questo periodo stiamo valutando l’ingresso di nuovi membri. Stranamente abbiamo una prevalenza di tenori tra le voci, quindi siamo alla ricerca di alcuni soprani per equilibrare l’architettura canora”.

Riuscire a migliorare, a raggiungere la giusta intonazione è un traguardo comune e se una canzone che sembra impossibile lentamente diventa avvicinabile, il risultato è il frutto di un impegno generale. La musica, che per alcuni tempo addietro era forse un modo per evadere da realtà di disagio, diventa così un mezzo espressivo per comunicare stati d’animo, per guardarsi dentro e aprirsi agli altri, un occasione per stare insieme.

Il repertorio del coro comprende brani di musica leggera ed alcuni gospel e spirituals, inni alla gioia dello stare insieme e straordinari collanti per un coro alle prime armi.

Anche Andrea Muccioli fa parte dei Sanpa Singers. Ad ogni festa, ad ogni ricorrenza, sale sul palco per fondere la sua voce a quella dei ragazzi. “La forza di un progetto come questo esprime lo spirito più puro di San Patrignano – spiega il responsabile della comunità –. Quando preparavamo lo spettacolo di Capodanno, ogni giorno ci rendevamo conto che mancava qualcosa. Tutti si rimboccavano le maniche per migliorare ciò che avevamo creato insieme. Confrontare le proprie idee, dargli forma, ricevere un riscontro positivo dal pubblico. Sono esperienze di fratellanza che ci fanno sentire ancora più uniti, ancora più vicini”.

Per il 2004 i Sanpa Singers hanno oltre alle attività in calendario anche un nuovo progetto: la realizzazione di un disco. Un’incisione intesa come una sorta di bilancio dopo un anno di attività. Si tratta di un traguardo importante che indica coerenza e testimonia la serietà del metodo seguito. Un modo per fare capire ai ragazzi che un atteggiamento responsabile premia sempre, anche quando si tratta di arti canore.