“Lo Specchio” riempie il teatro CorTe

La storia di Melita, accompagnata da filmati, pièce teatrali e musica dal vivo, è guidata nei suoi snodi da alcuni suggestivi narratori che accompagnano lo spettatore dentro questa storia vera, tra infanzia, prime inquietudini, solitudine, rapporto con la famiglia e con gli amici. La protagonista è appena adolescente quando si avvicina alla droga per poi cadere nel tunnel della dipendenza. Tutto scorre tra forti accenti emotivi e momenti di introspezione, valorizzati dalla significativa interpretazione di Melita, 26 anni, al tempo stesso testimone di se stessa, attrice e cantante, accompagnata da Angelo Cappellacci, Elisa Bocca della Compagnia teatrale di San Patrignano e dal regista e attore teatrale Pascal La Delfa. Lo spettacolo, che include anche riferimenti al mondo dei social media, si chiude con un commovente momento di catarsi che coinvolge tutto il pubblico in sala.

Il ricavato della serata sarà devoluto a supporto delle attività di prevenzione di San Patrignano. Da anni la Comunità affianca all’attività di recupero dalla tossicodipendenza la campagna di prevenzione WeFree, con format teatrali che dal 2002 si sono sviluppati in oltre 400 tappe, coinvolgendo più di 40 mila studenti ogni anno. Il dialogo può proseguire con i giovani anche sul web grazie al sito www.wefree.it.