Con “Lo Specchio” va in scena la prevenzione contro le tossicodipendenze

“Lo Specchio – frammenti di una favol@cida”

La storia di Melita che punta i riflettori sul dramma della dipendenza

Tappa a San Vito al Tagliamento per il format teatrale “ Lo Specchio ”, il nuovo spettacolo del progetto di prevenzione WeFree portato in scena dai ragazzi di San Patrignano per sensibilizzare i giovani sul tema delledipendenze.

In scena venerdì 30 gennaio alle ore 20.30 presso l’Auditorium Zotti, l’evento è promosso dalla parrocchia dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia Martiri e dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di San Vito al Tagliamento e con la collaborazione della Comunità San Patrignano. Lo spettacolo è rivolto ai ragazzi, alle loro famiglie, a educatori e associazioni, ed aprirà i festeggiamenti per il cinquantenario dell’Oratorio “Don Bosco”. Sono attese oltre 200 persone.

A raccontarsi ne “ Lo Specchio ” è Melita, 26 anni, originaria di Pesaro,appena adolescente quando si avvicina alla droga per poi cadere nel tunnel della dipendenza, superata dopo un percorso di recupero a San Patrignano. Pensieri, ricordi, emozioni canzoni: la vita di Melita è raccontata come in uno specchio dove scorrono i momenti importanti della sua vita, tra forti accenti emotivi e momenti di introspezione. In un percorso narrativo arricchito da videoclip e momenti di musica dal vivo, scanditi dalla conduzione del regista e attore teatrale Pascal La Delfa, si costruisce così un dialogo che può proseguire con i giovani anche sul web grazie al sito www.wefree.it.

Sul territorio friulano e triveneto opera AAFT Sacile  – Associazione Aiuto Famiglie Tossicodipendenti, che dal 1990 è punto di riferimento per persone con problemi di dipendenza e per le loro famiglie. L’associazione aiuta i tossicodipendenti a riappropriarsi della propria vita, guidandoli verso il percorso di recupero a San Patrignano e sostenendo in parallelo i genitori attraverso gruppi di mutuo aiuto.