Spettacoli WeFree nella capitale con l’Anglad di Roma

Tornano a Roma gli spettacoli WeFree, addicted to life, progetto nazionale di prevenzione dalla tossicodipendenza ideato da San Patrignano, Wind e MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca). L’appuntamento è con “Fughe da Fermi” il giorno 4 marzo presso il Teatro Sala Umberto in Via della Mercede, 50 alle ore 10.30.
L’iniziativa, realizzata con il supporto del Ministero della Salute e in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio e A.n.g.l.a.d. (Associazione Nazionale Genitori Lotta alla Droga) prevede la partecipazione di oltre 400 studenti provenienti dalle Scuole Superiori coinvolte: Liceo Scientifico Plinio, gli Istituti Tecnici G. Galilei e G. Lattanzio, Istituto Professionale C. Cattaneo, l’I.T.I.S. Pacinotti e gli Istituti Alberghieri P. Artusi e Tor Carbone.

“E’ di fondamentale importanza centrare la battaglia per la lotta alla droga”, ha dichiarato Massimo Canu, Presidente dell’Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze. “Evitare il primo contatto con le sostanze stupefacenti per non cadere in una spirale pericolosa, dalla quale, forse, sempre dopo anni di forte sofferenza, è possibile uscire e riconquistare una vita degna e finalmente libera dalle droghe.” Sfida che San Patrignano ha deciso di affrontare realizzando una serie di spettacoli di prevenzione che dal 2005 ha realizzato oltre 200 tappe e incontrato quasi 150.000 studenti. “Questi spettacoli sono l’esemplificazione di quanto San Patrignano continui ad investire sull’uomo cercando di andare alla radice dei suoi malesseri”, ha sottolineato Paolo di Laura, responsabile della sezione A.n.g.l.a.d. di Roma. “La tossicodipendenza non è una malattia da psichiatrizzare ma una condizione di affaticamento dell’animo”.

Nella direzione di un dialogo “alla pari”, Fughe da Fermi propone la formula di comunicazione peer to peer attraverso la testimonianza di Eugenia, una ragazza di 23 anni, entrata in comunità a 18 e ormai alla fine del programma. Ad accompagnarla sul palco il regista e conduttore Pascal La Delfa.

Sul sito www.wefree.it, è possibile trovare i blog dei protagonisti degli spettacoli, discutere, lasciare commenti e chiedere aiuto. Una community virtuale che ogni mese riceve circa 10.000 contatti.