Cannabis, è allarme rosso secondo il CNR

Di mano in mano. Da ragazzi a ragazzini sempre più giovani. Davanti alla scuola, nei bagni. In provincia e nella metropoli. Il consumo di cannabis è in crescita esponenziale. Lo leggiamo in cronaca e lo confermano i dati diffusi da uno studio recente del CNR-Ifc.

Durante lo scorso anno scolastico 600mila adolescenti hanno consumato cannabis, 60mila cocaina, 27mila eroina, 60mila allucinogeni e stimolanti. Numeri che definiscono un trend in aumento negli ultimi anni, trasversale in tutta Italia e in ogni tipo di scuola.

Più l’età sale e più aumenta il consumo di droghe. Se negli ultimi 12 mesi i 15enni registrano un uso dello 0,8%, a 16 anni si passa all’1,2%, a 17 all’1,7% e a 18 all’1,9%. E mentre il Governo vaglia misure urgenti in termini di prevenzione, l’Europa riflette lo stesso problema fuori dai confini italiani.

Da un rapporto recente della Commissione europea infatti risulta che l’età del primo spinello è in media attorno ai 15 anni, sia per i maschi che per le femmine.