Studenti sul campo

Dal 23 al 27 giugno i ragazzi dello Iulm dell’ ‘Executive International in comunicazione e strategie di intervento nelle tossicodipendenze’ saranno a San Patrignano per la prima esperienza pratica delle due in programma.

Il master, partito a novembre presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm di Milano, si propone di fornire le conoscenze e le competenze necessarie per svolgere attività di pianificazione, organizzazione e coordinamento dei progetti e delle risorse per la prevenzione e il contrasto delle tossicodipendenze e per il recupero sociale.

Dopo una prima parte dedicata alla formazione d’aula, arriva così il momento per i 25 iscritti di vivere in prima persona uno stage presso la comunità. Divisi in gruppi di tre persone i partecipanti al master durante le mattinate affiancheranno i ragazzi della comunità nei loro impegni quotidiani. Nei pomeriggi poi le varie lezioni in aula durante le quali gli iscritti si confronteranno sulle esperienze della mattina e sui metodi adottati da San Patrignano approfondendo alcuni temi: l’accoglienza, primi contatti e colloqui preliminari, il rapporto con i servizi pubblici e le associazioni, l’organizzazione e le dinamiche della vita comunitaria, la gestione della crisi e il rapporto con le famiglie.

A sottolineare l’importanza della loro presenza a San Patrignano il responsabile della comunità Andrea Muccioli: “Crediamo fondamentale completare le conoscenze teoriche di ognuno degli iscritti con delle esperienze pratiche e concrete. A San Patrignano tutti avranno la possibilità di conoscere uno dei percorsi di recupero dalla droga più efficaci al mondo e di conoscere i motivi e le cause per le quali un giovane incomincia ad utilizzare stupefacenti. Ritengo che questo tipo di esperienza sia fondamentale per preparare persone in grado di costruire politiche sociali basate sulla riduzione dell’offerta e della domanda di droga”.