Tante stelle e una corona al CSI5* di San Patrignano

I nomi dei primi cavalieri destinati a comporre la starting list della manifestazione, organizzata dai 1500 ragazzi del centro di recupero più grande d’Europa, sono, infatti, garanzia di uno spettacolo tecnico e agonistico come sempre elevatissimo. Ai nastri di partenza si presenterà una vera parata di stelle, tra cui troviamo 10 tra i primi 15 atleti della classifica mondiale: il tedesco Marcus Ehning, attuale n° 2 del ranking, il campione olimpico in carica il canadese Eric Lamaze (n°3), lo svedese Rolf Goran Bengtsson (n°6), l’amazzone australiana Edwina Alexander (n°8), gli olandesi Albert Zoer (n°8) e Harry Smolders (n°11), gli irlandesi Jessica Kurten (n°9) e Dennis Lynch (n°13), il fuoriclasse brasiliano Rodrigo Pessoa (n°15) e il tedesco Ludger Beerbaum (n°12), l’unico cavaliere al mondo ad avere raggiunto il gradino più alto del podio a Olimpiadi, Mondiali e Campionati europei.

La novità importante, invece, sul piano delle partnership è l’accordo triennale che Rolex ha chiuso con il concorso di Sanpa.“Già lo scorso anno il marchio svizzero ci aveva offerto la sua collaborazione, ma il fatto che abbia deciso di rimanere al nostro fianco fino al 2012, è una grande soddisfazione – spiega Andrea Muccioli, responsabile della comunità – Rolex è presente nei più grandi eventi dello sport professionistico mondiale ed è significativo che abbia voluto condividere il messaggio sociale e umano che anima il nostro CSI5*”. Rolex oltre a portare la sua “corona” sul campo gara, premierà con un suo prezioso orologio il migliore cavaliere del concorso.

“Per capire San Patrignano bisogna viverla”, afferma Gian Riccardo Marini, amministratore delegato di Rolex Italia. “Rolex innanzi a tutto apprezza il significato sociale che questo evento racchiude, condividendone i valori fondamentali come il lavoro di gruppo, l’intraprendenza, lo spirito di sacrificio e la ricerca della perfezione”.

Novità anche sul fronte direttore di campo: new entry del course designer olandese Louis Koninckx. Come spiegano Eleonora Ottaviani, storico show director di Sanpa fin dalla sua prima edizione nel ’97, nonché direttore dell’associazione mondiale dei cavalieri (IJRC) e il consigliere tecnico dell’evento, l’olandese Emile Hendrix, una scelta dettata dalla volontà di offrire a cavalieri e pubblico modi sempre nuovi di interpretare il salto ostacoli: “E’ fisiologico cambiare ciclicamente il tracciatore dei percorsi di un grande concorso, rappresenta uno stimolo e una novità per tutti e Koninckx, che ricopre questo ruolo anche in manifestazioni di livello assoluto come Rottedam e S-Hertogenbosch è una novità che con piacere presentiamo per la prima volta in Italia”.

Sarà nuovo anche il web site della manifestazione da oggi on line: www.csi-sanpatrignano.org. Insieme ad una veste grafica rinnovata, il sito darà ancora più spazio ai contributi video, alla possibilità di seguire minuto per minuto il concorso e i suoi preparativi, grazie ad un servizio RSS, attraverso il quale si potrà ricevere sul proprio PC o telefonino ogni aggiornamento sulla manifestazione. Nuovissimo spazio anche su Facebook dove è nato il gruppo amici del CSI5* di San Patrignano.

Rimane invece inalterata la formula che ha decretato il successo del concorso con le competizioni destinate ad aprirsi nel tardo pomeriggio (dopo le ore 17.00) e con la gara più importante di ognuna delle tre giornate, sempre effettuata in notturna sul grande campo gara in erba del maneggio di San Patrignano.

Montepremi in linea con le caratteristiche di un CSI5*, cioè l’espressione tecnica, agonistica e spettacolare dell’equitazione, che mette in palio 350 mila euro, di cui 200 mila riservati al Gran Premio Acqua Uliveto e Challenge Vincenzo Muccioli, gara conclusiva della tre giorni ippica di San Patrignano.

Ufficio Stampa San Patrignano
Carlo Bozzo
Lucia Montanarella International Media Liason