Troina fa prevenzione

Troina continua la sua battaglia contro il disagio giovanile e lo fa portando in scena Fughe da Fermi, nuovo spettacolo di prevenzione ideato dalla Comunità di San Patrignano nell’ambito di WeFree, addicted to life, progetto nazionale di prevenzione dalla tossicodipendenza realizzato insieme a Wind e MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca). L’appuntamento è per il 15 aprile presso l’Auditorium I.I.S.S. “Ettore Majorana” in Via A.Moro, 147 alle ore 10.30.

La spettacolo, che raggiungerà gli studenti dell’Istituto Superiore E. Majorana e e classi terze della Scuola Media Don Bosco, si svolge in collaborazione con il Comune di Troina, l’Assessorato ai Servizi Sociali e l’Associazione Amici di San Patrignano.

“Il problema dell’aumento tra i giovani di alcool e sostanze stupefacenti – ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Giovanili Eliana Chiavetta – non va disgiunto dalla crisi vissuta da scuola e famiglia, spesso disattente e non preparate ad affrontare il disagio dei giovani. Noi adulti spesso non ci rendiamo conto che i ragazzi ci osservano e che le nostre incoerenze, ai loro occhi, sono più evidenti di quanto possiamo immaginare. Per questo anche quest’anno ci siamo rivolti al progetto di San Patrignano, per continuare un percorso iniziato nel 2009 e che nel frattempo ha visto nascere sul nostro territorio l’Associazione Amici di San Patrignano, così da poter accompagnare i ragazzi e le loro famiglie”.

Proprio nella direzione del coinvolgimento di tutta la collettività, allo spettacolo del mattino farà seguito, alle ore 21.00 sempre presso l’Auditorium Majoarana, la presentazione del libro “Il raccolto della memoria visibile”, in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Giovanili. Vincitore del premio nazionale per la sezione adolescenti della II Edizione del Premio Città del Libro, la pubblicazione racconta la realtà dal punto di vista dei giovani attraverso i loro contributi come disegni e racconti. Animata dallo staff di San Patrignano, “la serata – continua Chiavetta – è stata pensata affinché gli adulti (genitori, docenti, presidi ecc.) siano “costretti” a riflettere sulla realtà leggendola con gli occhi dei ragazzi”.

Nella direzione di un dialogo “alla pari”, Fughe da Fermi propone la formula di comunicazione peer to peer attraverso la testimonianza di Eugenia, una ragazza di 23 anni, entrata in comunità a 18, alla fine del proprio programma di recupero. Ad accompagnarla sul palco il regista e conduttore Pascal La Delfa.

Dal 2005 ad oggi, gli spettacoli di San Patrignano hanno realizzato oltre 200 tappe e incontrato quasi 150.000 studenti. Ma oltre che a scuola, il dialogo può continuare anche sul sito www.wefree.it, dove è possibile trovare i blog dei protagonisti degli spettacoli, discutere, lasciare commenti e chiedere aiuto. Una community virtuale che ogni mese riceve circa 10.000 contatti.