UominiUomini

Il bisogno spasmodico di annullarsi nella solitudine di una moltitudine silenziosa, eppure urlante, dove non si parla, non si comunica, non ci si conosce. Così, oltre 15 anni fa, Vincenzo Muccioli descriveva l’impotenza emotiva del popolo delle discoteche, dove la droga ha preso il posto della maturazione e delle vita sostituendosi a tutto.

E proprio l’alienazione in cui si dibatte l’uomo è il tema centrale della ricerca artistica di Marco Morosini, che racconta nelle sue opere la tragica condizione in cui l’individuo finisce per perdersi nella massa, dimenticando la sua unicità ed essenza.

L’artista porta volutamente all’estremo concetti come conformismo ed omologazione, solitudine ed isolamento: frastornato e disorientato, l’uomo moderno viene rappresentato come una sagoma con le mani in tasca che affronta il futuro in modo indifferente ed apatico. Rappresentato al centro di un quadro, da solo o ritratto all’interno di una folla formata da milioni di suoi cloni, egli sembra apparire comunque alienato dal mondo esterno e vittima della solitudine, prodotta da una società che lui stesso ha contribuito a costruire.

Ma, proprio davanti al quadro, quando l’occhio sembra essersi rassegnato al triste destino dell’umanità, dalla folla si intravede una speranza: una delle figure che compongono la massa brulicante si stacca, per muoversi in modo autonomo. La voce fuori dal coro, l’individuo controcorrente, il desiderio di un’alternativa avanzano così nello studio di forme e linee di Morosini e rappresentano la richiesta di aiuto che l’uomo fa ad un mondo sempre più globalizzato e connesso, ma, allo stesso tempo, frammentato e animato da forze disgreganti.

Morosini decide così di ritrarre nella serie UominiUomini il tentativo dell’uomo moderno di recuperare la sua umanità ed essenza, allineandosi allo spirito e alla filosofia di San Patrignano, che punta sull’identità e sulle potenzialità dell’uomo, anche il più disperato e solo.
L’opera completa UominiUomini si divide in quattro diverse tecniche di stampa: serigrafia su lamiera microforata, stampa Lambda su legno laccata al poliestere, uv serigrafico su vetro, acrilico ed alluminio e tavolato in legno, tutte in copia unica. Proprio come ogni essere umano.