Vendemmia 2006, tutti i numeri di un’ottima annata

Il lavoro di scelta dei germogli, di sfogliatura e diradamento, ha contribuito in maniera determinante a questa corretta maturazione, soprattutto perché eseguito con tempi e modalità dettati dalla peculiarità dei vitigni. Particolare attenzione è stata rivolta ai tempi di macerazione, importantissimi ai fini della cessione dei profumi, del colore e dei tannini.

Quest’anno, per la prima volta, abbiamo raccolto le uve di Cecina (Livorno), dove San Patrignano possiede una piccola tenuta. Vendemmiate alla mattina, sono state subito trasportate con un mezzo frigorifero nella cantina della Comunità, dove sono passate alla selezione e lavorazione.

Una piccola parentesi va dedicata infine alle nostre uve di bacca bianca, ovvero il sauvignon blanc e lo chardonnay, che stanno esprimendo in fase di vinificazione un potenziale molto interessante.