Verso Milano

“Solo pochi anni fa sentendo nominare l’Ufficio Stampa, credevo si trattasse di un ufficio dove materialmente si stampava qualcosa”. A parlare è Claudia che nel 2000 è entrata a San Patrignano senza sapere da che parte cominciare per ricostruire la sua vita e soprattutto senza avere una minima idea di come crescere sua figlia, nata da pochi mesi. Oggi, la figlia di Claudia frequenta la seconda elementare in una scuola di Rimini, fa danza da tre anni, quest’estate andrà in vacanza dai nonni e Claudia, mentre aspetta di andarla a prendere a scuola, si sta occupando dell’organizzazione per la presentazione di Squisito 2007, prevista mercoledì 16 maggio alla Galleria Cardi di Milano.

“Adesso non solo so che cos’è un Press Office ma ne faccio parte”. Claudia da due anni fa parte dell’ufficio Comunicazione di San Patrignano e durante gli eventi organizzati dalla Comunità lavora nel gruppo dell’Ufficio Stampa. “Non è stato facile perché si tratta di un lavoro molto complesso e per me delicato. Una formazione che richiede tempo e molta pazienza”, continua, “dove è fondamentale l’ascolto verso chi ha esperienza. Dà molte soddisfazioni e non solo per se stessi. Fare l’Ufficio Stampa di una realtà come San Patrignano non significa solo organizzare conferenze, contattare i giornali e trattare con i media. Occuparsi della comunicazione vuol dire raccontare Sanpa dall’interno e nel profondo, rinnovare durante ogni evento, manifestazione o occasione mediatica che sia, lo spirito e i valori che qui, quotidianamente vengono nutriti e diffusi. Valori legati indissolubilmente alla vita e al recupero della stessa. Per questo lo ritengo un impegno delicato e importante”.

Affiancata da professionisti, giornalisti, redattori e press officer che prestano la loro esperienza a San Patrignano, ha cominciato la sua formazione professionale insieme ad altri ragazzi della Comunità, avendo l’opportunità di partecipare ad eventi altamente formativi. Mercoledì mattina lei, Monica, Lele e Federica partiranno per Milano alle sette del mattino per preparare l’accoglienza alla stampa e agli invitati. Obiettivo: promuovere l’edizione 2007 di Squisito! certo, ma sopra ogni cosa comunicare che, se Squisito è reso possibile, nell’ideazione, organizzazione e realizzazione dalla a alla z, ciò avviene grazie a ragazzi che un tempo pensavano di non avere più un futuro e a chi ha ancora voglia di credere nell’uomo. “Parlare di Sanpa”, continua Claudia, “per me significa dar voce ad ogni storia, ad ogni dolore e ad ogni vittoria che ho avuto modo di vivere in questo luogo e sulla mia stessa pelle. E credo ne valga proprio la pena”.