Gli “Abbracci” di San Patrignano premiano la solidarietà

Un riconoscimento a chi nel tempo ha sostenuto con entusiasmo e partecipazione la missione di San Patrignano e il percorso dei suoi ragazzi. E’ il Premio “Abbraccio”, istituito due anni fa dalla Comunità e arrivato quest’anno alla terza edizione. La cerimonia di conferimento dei premi si è tenuta questa mattina e ha visto sul palco Pippo Baudo, amico e sostenitore di San Patrignano, in veste di presentatore d’eccezione.

Oltre quindici gli “Abbracci” conferiti ad altrettanti personaggi del mondo della cultura, dell’imprenditoria, dell’ambiente, della salute e della formazione che hanno contribuito alla crescita della Comunità consentendole di portare avanti la sua mission e di migliorare i propri servizi, grazie ad un impegno completamente disinteressato. “Abbracci” che simbolicamente uniscono e rinsaldano un rapporto di fiducia, condivisione di valori, crescita comune.

L’applauso più grande è andato proprio al “Pippo nazionale”, vero mattatore di giornata, che in chiusura dell’evento ha ricevuto a sorpresa il suo “Abbraccio”, sciogliendosi e rimanendo letteralmente senza parole dopo aver visto un video di tutte le sue visite in Comunità e ammirato la standing ovation che i 1300 ragazzi della Comunità gli hanno riservato. «Ho assegnato tanto premi nella mia carriera – aveva detto in apertura della giornata – ma mai sono stato tanto orgoglioso di consegnare un bel riconoscimento come questo, il cui nome è il miglior modo per trasmettere l’amore verso gli altri».

Grande entusiasmo, nella categoria Ricerca e sviluppo, per l’assegnazione del riconoscimento a Mario Greco, Group Ceo di Generali, “per aver dato un forte impulso all’evoluzione del polo agroalimentare di San Patrignano e alla formazione professionale dei ragazzi”. Grazie a Generali sono stati avviati i lavori di “Squisito!, la nuova struttura che ospiterà norcineria, forno e caseificio e che darà possibilità di fare formazione professionale ad oltre 200 persone. «Vogliamo aiutare questa Comunità a dare nuove occasioni ai ragazzi di imparare un lavoro – ha spiegato Greco – Un progetto unico in Italia dove i giovani hanno sempre meno occasioni per formarsi».

Premiato nella stessa categoria Mario Vigo, presidente di Innovagri, per aver portato San Patrignano all’esterno attraverso gli eventi organizzati in concomitanza con Expo e promuovendone i prodotti enogastronomici.

Tanto affetto da parte delle ragazze e ragazzi del Sanpa Hair per Cristina Scocchia, amministratore delegato di L’Oréal Italia, che ha regalato alle ragazze in Comunità un corso di trucco e tanto materiale per il salone di coiffeure: «E’ fondamentale per questi ragazzi capire che alla bellezza esteriore deve sempre corrisponderne una interiore. Questa è una realtà che mi ha davvero colpita».

Nella stessa categoria sono stati insigniti degli “Abbracci” Giovanni Gianolli, che con Synlab Italia ha fornito supporto gratuito, costante e indiscriminato nell’assistenza medica ai ragazzi della Comunità (a ritirare il premio Giancarlo Zanoli, direttore Synlab Emilia Romagna) e Nerio Alessandri, fondatore e presidente Technogym Spa che ha fatto appassionare al wellness i giovani del centro minori di San Patrignano e aiutato i degenti del centro medico a migliorare il benessere fisico, il cui premio è stato ritirato dal professore Giovanni Zanuso.

Nella categoria artigianato, il riconoscimento è stato assegnato a Claudio Vanni per UniCoop Firenze, che da subito ha creduto nel progetto di San Patrignano apprezzando e sostenendo il lavoro dei ragazzi del Design Lab.

La sezione arte ha visto premiati la gallerista Flora Bigai, che ha diffuso il progetto “Barrique la terza vita del legno” in Toscana, all’interno di un circuito artistico di grande valore e il couturier Andrea Odicini, “ambasciatore” della Comunità a Genova e Pietrasanta.

Andrea Lo Verde, presidente dell’associazione Squadra 4 Zampe, ha ricevuto l’ “Abbraccio” della sezione natura e ambiente per la passione con cui ha coinvolto San Patrignano nelle proprie attività sociali, sensibilizzando ed educando i ragazzi alla protezione degli animali e alla lotta contro l’abbandono.

Cinque i premiati nella sezione raccolta fondi/supporter/ambasciatori nel mondo: il senatore Mario D’Urso, che si è impegnato in prima persona per la Comunità promuovendone l’impegno quotidiano; Catherine Colonna, ambasciatrice di Francia in Italia che ha aperto a Sanpa le porte dell’ambasciata francese a Roma nel nome della fratellanza e della solidarietà; Francois Marc Sastre, direttore generale sud Europa Cartier, che ha aderito con entusiasmo alle iniziative di San Patrignano supportandone la mission; Franco Cologni, presidente Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, per il supporto incondizionato offerto alla Comunità e per la sensibilità con cui si è accostato ai problemi giovanili; Flavio Valeri, manager Deutsche Bank Italia, per esser da sempre vicino alla Comunità e averla sostenuta in tanti progetti sociali.

Nel categoria comunicazione il riconoscimento è andato ad Andrea Delogu, vicedirettore generale Mediaset,  per la passione e il vigore con cui sostiene ogni progetto di San Patrignano divulgandone i valori e i principi.

Per aver affiancato la comunità in un percorso di crescita per l’organizzazione interna e promozione dei suoi prodotti sono stati premiati nella sezione gestione organizzativa e commerciale  i manager e consulenti Alberto Tazartes, Maurizio Manca, Marco Valsecchi e Michele Martinenghi. Insignita dell’“Abbraccio” anche Nicoletta Rambaldi Vigo, che si è prodigata nella promozione dei prodotti della Comunità.

Infine, per la categoria formazione scolastica, gli “abbracci” hanno premiato il noto attore John Peter Sloan insieme a Marco Cigna e Chiara Grisorio, che hanno mostrato ai ragazzi che imparare una lingua può essere anche motivo di divertimento facendo loro comprendere quanto sia importante conoscere un nuovo modo di esprimersi.

Sfoglia la gallery fotografica:

"Abbracci" 2015