Fuori dal carcere

san-patrignano-fuori-dal-carcere

Questa comunità di recupero ha convertito oltre 4.000 anni di carcere in pena alternativa.

Una seconda chance per tanti giovani che in questo modo non solo hanno pagato per quanto commesso, ma hanno ritrovato loro stessi, la dignità perduta e scoperto una nuova passione per la vita.

Sono oltre 3900 i ragazzi che negli anni hanno scontato la loro pena a San Patrignano affrontando un duro percorso di recupero che li ha portati a reinserirsi in società da cellule attive.

Ecco le risposte alle domande più frequenti.

Possono fare ingresso a San Patrignano persone sottoposte ad un regime giuridico (arresti domiciliari, affidamento sociale, etc.) per reati connessi alla tossicodipendenza?

Non esistono preclusioni relative al tipo di provvedimento a cui sia sottoposto un soggetto che voglia iniziare a San Patrignano un percorso di recupero.

L’unico limite è rappresentato dal residuo pena (da ciò che resta da scontare) al momento sia della richiesta che dell’ingresso.

Ci sono persone che possono sostenermi nelle mie future scelte processuali?

Per quanto concerne la fase esecutiva (irrevocabilità, definitività) di un procedimento penale, il nostro ufficio legale compie tutti i passi necessari affinché l’ospite della comunità proponga, al competente tribunale, le istanze necessarie a scongiurare la reclusione.

In merito alla fase strettamente processuale o cognitiva di una pendenza penale, l’ufficio legale di Sanpa ha creato, nel corso degli anni, una rete di avvocati sul territorio nazionale composta da 2952 professionisti. Ovviamente gli avvocati che collaborano col nostro ufficio legale e compongono la predetta rete, lo fanno a condizioni convenienti ma non gratuitamente.

L’attività di assistenza, consulenza, gestione, proposizione di istanze, verifica e raccordo svolta dal nostro ufficio legale invece è completamente gratuita.

Se uno intraprende il percorso poi può presenziare alle udienze?

Il diritto dell’imputato di partecipare alle udienze è un diritto insindacabile come altrettanto insindacabile è quello di rinunciarvi.
Garantito l’esercizio del diritto di difesa attraverso l’intervento in aula di un avvocato difensore, la presenza dell’imputato è questione di scelta processuale.

Questa scelta a San Patrignano la facciamo insieme, avvocato – imputato – operatore. Diversamente consigliamo di fare ingresso da noi solo dopo aver risolto tutti i problemi processuali.