Challenge Vincenzo Muccioli miglior concorso del mondo

Il concorso ippico a “cinque stelle” di San Patrignano è stato eletto dall’International Jumping Riders Club e dai lettori di Horse International, “Best Event 2012”. Il riconoscimento premia “l’ottima organizzazione e l’atmosfera che si respira” nella manifestazione.

Miglior concorso ippico del mondo per la terza volta. Il “Challenge Vincenzo Muccioli” si aggiudica nuovamente, dopo il 2006 e il 2010, il riconoscimento come migliore manifestazione di salto ad ostacoli a livello internazionale. A decidere di premiare il concorso dedicato al fondatore di San Patrignano sono stati i cavalieri dell’ International Jumping Riders Club e i lettori di Horse International , la rivista olandese più influente a livello mondiale nel settore dell’equitazione, pubblicata dalla casa editrice BCM.

La premiazione, che si svolgerà a Londra il 21 dicembre, acquisisce un valore aggiunto alla luce delle modalità di assegnazione del premio. Sono infatti gli stessi cavalieri internazionali e i lettori della Bibbia dell’equitazione a valutare i concorsi ippici nelle diverse discipline olimpioniche, ovvero salto ostacoli, completo e dressage. Sono quindi i protagonisti del mondo dell’equitazione a dare un responso in particolare sull’organizzazione dei singoli eventi e sull’atmosfera che cavalieri e pubblico respirano durante la manifestazione.

Proprio in occasione dell’ultima edizione del concorso di San Patrignano, il vincitore del Gran Premio Rolex “Challenge Vincenzo Muccioli” e olimpionico di Sidney Jeroen Dubbeldam aveva ringraziato “per aver organizzato di nuovo una manifestazione fantastica”, mentre la seconda classificata, la campionessa svizzera Christina Liebherr aveva parlato di “una grande famiglia e dell’accoglienza festosa ricevuta”.

La notizia del “Best Event of the Year Award 2012” è stata accolta con emozione da Alessandro Rodino Dal Pozzo, presidente del Comitato Organizzatore del concorso di San Patrignano. «Questo premio – ha detto – è per tutti i ragazzi di Sanpa e rappresenta la conferma che credere in ciò che fanno, lavorando insieme con impegno e passione, porta ad ottenere i migliori risultati».

Dello stesso avviso la show director “storica” del Challenge Vincenzo Muccioli, Eleonora Moroni Ottaviani: «Sono felice per i ragazzi di Sanpa. E’ la dimostrazione che un lavoro di team, fatto con passione e cuore, ma anche con professionalità, porta a grande risultati».

Il premio attuale va infatti ad aggiungersi al premio della Federazione Equestre Internazionale (FEI) per i risultati ottenuti nel recupero dalla tossicodipendenza, grazie al rapporto uomo- cavallo.