Che il divertimento torni ad essere tale

Cocoricò Sano Divertimento - San Patrignano

La nota della Comunità in seguito alla tragica morte di un 16enne al Cocoricò in seguito all’assunzione di ecstasy

Non è passato neppure un mese dall’evento “ Sano divertimento ” che abbiamo realizzato assieme al Cocoricò all’interno dell’auditorium di San Patrignano. Quattro ore di entusiasmo puro, durante le quali i nostri ragazzi si sono scatenati sulle note dei dj facendo ricorso solo alla loro voglia di ballare e condividere un momento di festa. Nessuna sostanza, nessuna droga, zero alcool, proprio per dimostrare che non è necessario sballarsi per rendere unica una serata.

Oggi la terribile notizia di un giovane di 16 anni stroncato dall’ecstasy all’interno di quel locale. Non possiamo che stringerci alla sua famiglia e a quel dolore che sentiamo ancor più nostro ripensando a quel pomeriggio in Comunità pieno di sorrisi e gioia pura. Invitando il Cocoricò a San Patrignano pensiamo di aver fatto la scelta giusta, convinti che solo dando l’esempio, solo mostrando ai giovani cosa sia il vero divertimento, possano fare un passo indietro. Un passo indietro che in primis lo deve fare però la società stessa, in cui è considerato sempre più normale “farsi una striscia di coca” o “calarsi una pasticca” in discoteca, una società in cui per i giovani la parola divertimento è diventata ormai sinonimo di trasgressione.

In fondo come dargli torto se ogni giorno leggiamo sui giornali una propaganda senza fine pro legalizzazione, con 218 parlamentari che continuano a dare messaggi distorti a nostri giovani così bisognosi di punti di riferimento veri? Anche per questo abbiamo avuto bisogno di associare la parola “ divertimento ”a “ sano ” per cercare di tornare a far vivere il vero significato di quella parola. Noi continueremo a impegnarci per far sì che possa tornare a riassumerlo.