Francesca Merloni e Gianmarco Tognazzi a San Patrignano con “Guardiana”

Spettacolo Guardiana - San Patrignano

In scena lo spettacolo di poesia con l’accompagnamento musicale di Remo Anzovino

Poesia e musica si incontrano, si fondono per raccontare il tormentato dialogo d’amore tra un uomo ed una donna. Due entità distinte che cercano nella parola il loro punto di unione. È questa la cifra artistica di “Guardiana”, l’opera contemporanea scritta ed interpretata dalla poetessa Francesca Merloni che lunedì 18 dicembre alle 21.00 sarà rappresentata nell’Auditorium della Comunità San Patrignano. Insieme all’autrice saliranno sul palco, allestito dalle scenografie di Bruno Ceccobelli, anche l’attore Gianmarco Tognazzi e il pianista e compositore Remo Anzovino.

Lo spettacolo, aperto anche al pubblico esterno, prodotto da Lorenzo Zichichi e dalla sua Casa Editrice Il Cigno GG Edizioni, ha riscosso grande successo in tutta Italia ricevendo anche le lodi dello scrittore Roberto Saviano. Tuttavia la tappa di San Patrignano avrà per gli autori e gli interpreti un sapore particolare essendo un “regalo” che loro hanno voluto fare in occasione delle festività natalizie ai 1300 ragazzi della Comunità.

“Fare Guardiana a San Patrignano, a Natale, mi sembra il luogo giusto nel momento giusto, lì dove bisogna essere. È un momento dell’anno che significa Nascita e un luogo che significa ‘nascere di nuovo’ per molte persone. L’arte avvicina, propone, interroga sulla vita, e credo che sia bello fare arte insieme a tante persone che si sono interrogate in modo doloroso sulla propria vita. Sarà un momento di vicinanza vera e condivisione profonda”. Queste le parole di Francesca Merloni, sul significato della tappa a San Patrignano.

Emozioni condivise da Gianmarco Tognazzi: “Per me questo spettacolo significa moltissimo. Poter farlo qui assume un valore ancora più alto. Un’esperienza a teatro completamente diversa da tutte quelle che avevo fatto precedentemente e sicuramente tra le più belle. Un incontro con la poesia e la musica, emozioni forti, uniche che spero di trasferire qui a San Patrignano”.

In particolare, l’iniziativa avrà una finalità benefica precisa in quanto il ricavato dai biglietti servirà a finanziare le attività del Polo Artistico di San Patrignano, area che coinvolge circa 100 ragazze e ragazzi in un unico coordinamento dei laboratori di teatro, danza, musica e canto. Frutto di anni di impegno per offrire attività culturali che si intrecciano con il percorso di recupero dalla tossicodipendenza diventando strumento di introspezione e crescita personale.

Biglietto di ingresso € 15

Per acquistare i biglietti clicca qui