fbpx
Dona ora Acquista i prodotti

OTB Foundation e San Patrignano riportano a Bassano del Grappa il progetto di prevenzione WeFree

Grazie alla Fondazione del gruppo OTB e alla Comunità San Patrignano ritorna a Bassano il progetto di prevenzione WeFree, con lo spettacolo “#Chiaroscuro, un reportage sulla fatica di crescere”. E’ un vero e proprio prodotto cinematografico che vede come protagonisti i ragazzi che hanno svolto il percorso di recupero in comunità.

Un documentario per prevenire le dipendenze. E’ con questo obiettivo che San Patrignano, grazie al sostegno di OTB Foundation ha realizzato un documentario in cui tre ragazzi testimonial, Carolina, Melita e Federico, raccontano la loro storia, i loro errori, la fatica di rialzarsi e la gioia per una vita ritrovata.

Spettatori della proiezione e protagonisti del doppio evento sono stati gli oltre 700 studenti del Bassanese. Il docufilm, vista la grande richiesta di partecipazione riscontrata dagli istituti locali, è stato proiettato questa mattina in due turni consecutivi (la prima con inizio alle ore 8.30 e la seconda alle 11.00) presso il teatro Remondini (via Santissima Trinità, 8/C) e ha visto coinvolti l’istituto Remondini, il Liceo Brocchi e gli istituti Parolini e Fermi.

Gli studenti hanno avuto l’occasione di seguire sullo schermo le storie dei tre giovani, con la moderazione dell’attore Francesco Apolloni, che ha messo a disposizione la sua esperienza personale per fare da collante fra i loro racconti. Al termine di ogni proiezione gli studenti si sono potuti confrontare sull’argomento con la giornalista Angela Iantosca e l’ex ospite della comunità Diego Capezzone.

“Abbiamo seguito la realizzazione di questo documentario fin dagli inizi. Con San Patrignano abbiamo in attivo una collaborazione ormai decennale che ci ha portato ad incontrare migliaia di ragazzi, ma era dal 2017 che non approdavamo a Bassano”, commenta Arianna Alessi, vicepresidente di OTB Foundation. “Gli incontri WeFree sono un momento di riflessione importante, in cui gli studenti si confrontano e condividono i propri disagi. In Italia 2 milioni di adolescenti della ‘Generazione Z’ sono a rischio dipendenze comportamentali[1] , è anche per questa ragione che la prevenzione resta una priorità per la nostra Fondazione. Ogni anno, grazie ai nostri programmi di prevenzione (sulla violenza di genere, dipendenze e bullismo) incontriamo circa 120.000 studenti. L’idea del documentario è nata durante il covid quando non potevamo più incontrare i ragazzi in presenza e in questo modo siamo riusciti comunque a raggiungerli, diffondendolo all’interno delle scuole. Oggi, quindi, oltre agli incontri in plenaria possiamo divulgare il documentario a tantissime scuole, raggiungendo più ragazzi possibile”.

“Un incontro di prevenzione che porta gli studenti a porsi delle domande sulla loro vita di tutti i giorni – come spiega Patrizia Russi, responsabile del progetto per San Patrignano – E’ un reportage che parla di droga e di dipendenza, ma anche di tutte quelle luci e ombre che si nascondono in ciascun adolescente. Nasce così l’idea di chiamarlo “#chiaroscuro”, dalla loro fatica di effettuare le scelte che inesorabilmente gli si pongono davanti nel momento in cui sono chiamati a crescere, ma anche dalle loro meravigliose potenzialità. Un tema universale che riguarda chiunque in fondo, perché la dipendenza è una delle risposte che i giovani danno ai dubbi e alle incertezze che accomunano tutti i ragazzi. Siamo convinti che gli studenti si sono riconosciuti almeno in parte nelle vite e nelle emozioni dei protagonisti, chiamati ad una riflessione sulle proprie scelte”.

[1] (fonte: Istituto Superiore di Sanità_Comunicato Stampa N°23/2023)


28 Novembre 2023
condividi
Iscriviti alla Newsletter e resta in contatto con noi!