Paolo Cevoli si mette all’asta a sostegno di San Patrignano

Una cena al ristorante Vite per due persone con il comico Paolo Cevoli.
E’ quanto l’“assessore Cangini” ha deciso di mettere all’asta per sostenere la Comunità San Patrignano

Chi vorrà aggiudicarsi la serata non dovrà far altro che avanzare la sua offerta sul sito web charitystars.com la prima piattaforma digitale in Europa che mette all’asta oggetti ed esperienze con celebrities e aziende.

Il migliore offerente potrà così godere di una cena in perfetto stile romagnolo, dal cibo alla compagnia. In tavola si potranno gustare i piatti dello chef del riminese Fabio Rossi, tutti realizzati con prodotti a chilometro zero, per lo più della comunità stessa. Per il resto c’è da scommetterci che ci saranno risate assicurate grazie alla presenza al proprio tavolo di Paolo Cevoli, il più simpatico “assessore” d’Italia. Riccionese e figlio di albergatori, nel 2002 debuttò quasi per caso nella trasmissione televisiva Zelig, nei panni di un improbabile e buffo assessore romagnolo. Da lì un successo incredibile tanto che nel 2005 decise di abbandonare la sua precedente attività lavorativa per dedicarsi esclusivamente al teatro e alla televisione.

Dal 2010 oltre 200 repliche del monologo teatrale comico da lui scritto e da lui interpretato “La penultima cena”, che narra le vicende del cuoco dell’ultima cena di Gesù. Nel 2013 il debutto con il monologo teatrale “Il sosia di lui”, la storia del sosia di Mussolini, che riprende il filone del monologo precedente, vale a dire la scelta di raccontare la vita di grandi uomini attraverso dei “servi”.

Nel 2015 l’uscita nelle sale cinematografiche del suo primo film “Soldato Semplice” ambientato nella prima guerra mondiale, che narra la storia di un maestro elementare romagnolo che nel 1915 viene costretto ad arruolarsi volontario.
E chissà che questa cena non possa diventare per lui fonte d’ispirazione per qualche nuova gag. Di certo al ristorante Vite ci sarà da divertirsi!