Ragazzi Permale a Milano

Circa 600 studenti assisteranno allo spettacolo di prevenzione targato WeFree che ha come protagonisti Alex e Damiano, due ragazzi di San Patrignano al termine del loro percorso.

In scena martedì 25 novembre alle ore 10,30 presso l’Auditorium Don Bosco, l’evento prevede la partecipazione di circa 600 studenti provenienti da alcuni istituti scolastici, precisamente dalle scuole superiori “Pareto”, “Kandinsky”, “Caterina da Siena”, “Lagrange” e dall’istituto scolastico comprensivo paritario “Preziosissimo Sangue di Monza”.

La tappa dello spettacolo rientra nel “Progetto per il rafforzamento di una rete solidale di contrasto alle tossicodipendenze in Lombardia”, realizzato da San Patrignano in collaborazione con le associazioni lombarde legate alla Comunità e con il sostegno di Fondazione Cariplo, tra le realtà filantropiche più importanti del mondo con oltre 1000 progetti sostenuti ogni anno per 144 milioni di euro e grandi sfide per il futuro.

«Giovani, benessere e comunità – spiega Giuseppe Guzzetti, Presidente Fondazione Cariplo – sono le tre le parole chiave che ispirano oggi l’attività della fondazione.
Dalla coesione tra le persone parte la nostra piccola rivoluzione perché ciascuno dia il proprio contributo per fondare il futuro della nostra società su quei principi di solidarietà e di innovazione sociale che sono alla base dell’operato di Fondazione Cariplo».

Il progetto si svilupperà tra il 2014 e il 2015 su tutto il territorio lombardo con spettacoli e incontri di prevenzione che coinvolgeranno circa 2.000 studenti e molte famiglie.
Il progetto rientra nelle attività di prevenzione della Comunità.

Da anni infatti San Patrignano affianca all’impegno nel recupero dalla tossicodipendenza il progetto di prevenzione WeFree, sostenuto dalla Fondazione Ania e Qn, con spettacoli teatrali incentrati sulle storie di alcuni ragazzi al termine del loro percorso di recupero.

La tappa di Milano vedrà sul palco Alex e Damiano. Rispettivamente di 21 e 23 anni, sono loro a ripercorrere le personali storie di tossicodipendenza e di recupero, in un racconto alternato e scandito dalla conduzione del regista e attore Francesco Apolloni.
E’ proprio attraverso le loro storie e parole, rivolte a ragazzi poco più giovani, che passa il messaggio di prevenzione, non solo un insegnamento ma una condivisione del dolore provocato dalla dipendenza.

Il dialogo può proseguire anche sul web grazie al sito www.wefree.it.

comunicati