San Patrignano al Macef con “L’Opera Italiana”: il progetto Barrique

Dopo il grande successo ottenuto al Salone del Mobile lo scorso aprile, il progetto Barrique sarà ora presente a Macef nella sezione “L’Opera Italiana”, dal 6 al 9 settembre presso Fiera Milano (Padiglione 1, stand G01, H02).

In vetrina, i prodotti di artigianato in legno e altri manufatti realizzati nei laboratori della Comunità, di cui si vuole raccontare soprattutto la storia. Nello stand di San Patrignano sarà inoltre allestito un tavolo di lavoro che mostrerà le tappe in cui gli arredi prendono vita, dal materiale grezzo, passando per la lavorazione, per terminare con il prodotto finale.

Il progetto Barrique vede il sostegno di Federvini, Federlegno e Cosmit ed è stato realizzato grazie al contributo di 31 grandi architetti e designer che hanno progettato gli oggetti di design, servendosi del legno di recupero delle botti di rovere della cantina della Comunità. Tra i professionisti che hanno aderito al progetto segnaliamo Riccardo Arbizzoni, Valerio Cometti, Erasmo Figini, Gualtiero Marchesi, Elio Fiorucci, Angela Missioni, Paolo Nava, Paolo Pininfarina, Marc Sadler, Matteo Thun.

Oltre alla collezione Barrique, San Patrignano sarà presente al Macef con una selezione di accessori moda e complementi per la casa. Pezzi che ricalcano, attualizzandola, la filosofia della lavorazione artigianale e coniugano il concetto del “ri-uso”. Materiali di ottima qualità sono rigenerati per dare forma a borse e patchwork di lana secondo accostamenti ricercati ed eleganti. Il tessile estende infatti gli orizzonti e “veste” lo spazio domestico ispirandosi a uno stile classico ma brioso. Lineari ed espressioni di una personalità originale e vivace sono anche gli elementi di arredo della collezione “Maja” che dopo l’ampio consenso al salone del Mobile di aprile ritornano a Milano, insieme ai capisaldi del “design interiore” di San Patrignano come le cornici specchio, i vasi in cera e le candele.

Ufficio stampa San Patrignano