A Sassuolo apre la nuova sede dell’Anglad

Sabato 17 dicembre alle ore 11, l’associazione, già attiva da 9 anni a Modena, inaugura la nuova sede in via Menotti 92 a Sassuolo, alla presenza del sindaco, Luca Caselli, e del responsabile delle rete di associazioni collegate a San Patrignano, Federico Samaden, e della responsabile Anglad, Paola Iacolin.

L’Anglad costituisce un punto di riferimento, di consulenza e di appoggio per le persone di questa provincia e di quelle limitrofe che intendono intraprendere un percorso di recupero a San Patrignano. Attualmente sono una trentina i ragazzi dell’area di Modena presenti nella struttura riminese e centocinquanta, in questi anni, hanno concluso il programma in comunità.

Ruolo fondamentale dell’Anglad, oltre a promuovere iniziative di prevenzione sul territorio, è coinvolgere le famiglie delle persone in comunità nel percorso educativo dei propri cari, seguendone accuratamente l’evoluzione e gettando le basi, attraverso incontri settimanali, per un armonioso sviluppo dei rapporti in vista del reinserimento nella società. L’associazione è presente anche, con colloqui individuali nella casa circondariale S. Anna di Modena e nelle case di lavoro di Modena e Castelfranco Emilia.

La nuova sede è frutto del contributo solidale dell’amministrazione comunale di Sassuolo e, in particolare, dell’assessore Paolo Vincenzi, mentre l’arredamento è stato donato dall’azienda Graniti Fiandre.

In tutta Italia sono 31 le realtà di volontariato che collaborano con la comunità fondata 33 anni fa da Vincenzo Muccioli. Le associazioni operano in 17 regioni italiane offrendo gratuitamente il loro aiuto a centinaia di famiglie in difficoltà, contribuendo all’ingresso della quasi totalità dei ragazzi a San Patrignano.