Lo Specchio a Trento

Fa tappa a Trento il format teatrale “Lo Specchio”. In scena lunedì 27 aprile, lo spettacolo è un’iniziativa di Libera la Scuola2.NET, progetto per la riduzione degli stili di vita a rischio e per la creazione di scuole DRUGS FREE nella provincia di Trento, realizzato dal Dipartimento della Conoscenza della provincia autonoma di Trento e dall’Associazione Edu.C@re, in collaborazione con il Dipartimento Politiche Antidroga della presidenza del Consiglio dei Ministri.

Saranno oltre 850 gli studenti di 16 istituti scolastici trentini che assisteranno a “Lo Specchio”, in programma alle 11 all’auditorium Santa Chiara (via Santa Croce 67).
A raccontarsi sul palco è Melita, 26 anni, originaria di Pesaro, appena adolescente quando si avvicina alla droga per poi cadere nel tunnel della dipendenza, superata dopo un percorso di recupero a San Patrignano. Pensieri, ricordi, emozioni canzoni: la vita di Melita è raccontata come in uno specchio dove scorrono i momenti importanti della sua vita, tra forti accenti emotivi e momenti di introspezione. In un percorso narrativo arricchito da videoclip e momenti di musica dal vivo, scanditi dalla conduzione del regista e attore teatrale Pascal La Delfa, si costruisce così un dialogo che può proseguire con i giovani anche sul web grazie al sito www.wefree.it.

La performance teatrale rientra tra le azioni del progetto “Libera la scuola2.net” www.liberalascuola.net, una proposta educativa nata da una collaborazione tra la Provincia autonoma di Trento e il Dipartimento per le Politiche Antidroga della presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzata con il supporto tecnico dell’Associazione Edu.C@re. Il progetto vede coinvolti circa 1700 studenti degli istituti superiori trentini e ha lo scopo di sensibilizzare i giovani sugli stili di vita a rischio attraverso numerose iniziative quali: incontri-dibattito, visita a comunità terapeutiche, cineforum e spettacoli teatrali.