Terzo giorno della campagna per la raccolta fondi di San Patrignano, sostenuta dal Segretariato Sociale Rai

Sono frasi in cui si legge la forza di reagire, di dire basta, di guardarsi sotto la luce fredda della realtà. Si può capire come la spinta al cambiamento possa venire da un figlio, dal senso innato di maternità.

Sono le mamme di San Patrignano a raccontarsi questa mattina, dalle 10.00, su Rai 1 per “Uno mattina storie vere”. La centralità del ruolo genitoriale nel percorso di recupero dalla tossicodipendenza corrisponde in pieno all’obiettivo della raccolta fondi che andrà avanti fino domenica 10 marzo per il progetto “Una casa per crescere”. Un luogo fisico, con educatori e professionisti, costruito su più livelli integrati che insieme creano una rete strutturata in grado di accogliere la mamma e il bambino. Ospiti in studio a Uno Mattina, oltre ad Antonio Boschini responsabile medico scientifico della Comunità, Angela Gentile e Claudio Cannella, Alessia Togni, Lisa Stelletti con i genitori e Cristina Giorgetti, quest’ultima madre di una ragazza in percorso. Nell’approfondimento sulla casa delle mamme di San Patrignano ci saranno invece Sara Paglialonga, Monica Massari e il dottor Daniele Poggioli.

Restate sintonizzati su Rai 1 perché dopo “Uno Mattina”, alle 12.00, seguirà la partecipazione alla “Prova del cuoco” di Marco Ranucci, uno dei volti dell’ospitalità di San Patrignano. Fino all’ingresso in Comunità, Marco portava avanti una doppia vita, bravo studente e barista, ma allo stesso tempo dipendente da pasticche e cocaina.
Nelle pieghe di questi due lati, era facile nascondersi e annullarsi. Dopo un periodo di formazione professionale, lavora a Vite, ristorante e agriturismo di San Patrignano, dove può specializzarsi in sala. Una prova importante per Marco, che oggi sa di essere ‘capace’ anche senza droga.

Alisia, Sara e Samantha, sono ancora le donne di Sanpa a raccontarsi nel pomeriggio di Rai 1, alle 15.15, ospiti di “La vita in diretta”. Spesso la droga è solo un pretesto, un particolare di un quadro di disagio, solitudine e fragilità. La si scopre con il fidanzato come è stato per Alisia cercando un’intimità che non c’è più. Oppure come nel caso di Sara – intervistata a San Patrignano – la si prende per assomigliare all’amica che si vuole emulare in tutto. Quella di Samantha, seconda testimonianza in video – invece è una vicenda diversa.
Schiava di un compagno violento, decide di salvarsi con il figlio dopo la morte prematura della sorellina. Ma la strada è stata in salita. Con Samantha San Patrignano ha lottato per ottenere la custodia di Bashir, il suo bimbo che oggi ha 4 anni. Poco dopo il suo inizio del percorso, il Tribunale dei minori aveva infatti deciso di allontanare il bambino dal genitore. Sono stati giorni difficili: “Tutte le ragazze della lavanderia sono venute ad abbracciarmi – ricorda Samantha – e hanno pianto con me. In quel momento mi sono resa conto di dove sono”. Oggi madre e figlio vivono insieme in Comunità.

Guarda la puntata di “Uno Mattina Storie Vere”, Raiuno
Guarda la puntata di “La prova del cuoco”, Raiuno (minuto ’34)
Guarda la puntata di “La vita in diretta”, Raiuno
Guarda l’intervista a Carlton Myers, Tg2