“Un ulivo per la vita” parte il nuovo progetto di Klorane e San Patrignano

L’amore per la natura e la fiducia dell’uomo nell’uomo.
Sono i valori condivisi da cui nasce il progetto “Un ulivo per la vita” condiviso da Klorane e San Patrignano, che porterà alla piantumazione e cura di 1.000 ulivi entro il 2018, coltivati dai ragazzi della comunità.
L’iniziativa è stata presentata alla stampa a Milano durante il lancio della nuova linea di trattamenti antietà per capelli all’estratto essenziale di ulivo di Klorane.

Il rispetto della natura e dell’ambiente sono infatti principi fondamentali per l’Institut Klorane, la Fondazione creata nel 1994 da monsieur Pierre Fabre che opera per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio vegetale.

Una visione che ha trovato terreno fertile nella Comunità di San Patrignano, che dal 1978 a oggi ha accolto e aiutato a reinserirsi nel tessuto sociale circa 25mila giovani con problemi di tossicodipendenza ed emarginazione.

Dal 2015 al 2018 si prevede che mille ulivi si aggiungeranno ai 3.000 già coltivati dalla Comunità di San Patrignano per la realizzazione di circa 3 ettari di nuovi impianti e il recupero di superfici ora incolte, già destinate a ex prati-pascoli, e di circoscritte porzioni di terreni inutilizzati. In questi quattro anni i ragazzi saranno coinvolti attivamente in tutte le fasi: dalla preparazione dei terreni, alla piantumazione, cura e raccolta delle olive, fino alla produzione dell’olio. Grazie alle nuove piante di ulivo San Patrignano sarà in grado di incrementare il numero di bottiglie prodotte, che vendute al pubblico, contribuiranno all’autonomia economica della comunità. Il progetto Un ulivo per la vita sarà raccontato attraverso immagini, video e post su sito attivo da fine settembre e sui canali social di Klorane e di San Patrignano.