WeFree Run: in 2000 sotto la pioggia contro le dipendenze

Grande successo per la WeFree Run, la corsa podistica non competitiva dedicata al progetto di prevenzione della comunità. Oltre 800 gli esterni. Fra questi gli amici della comunità Martina Colombari e Oscar di Montigny

Una WeFree Run che cresce sempre più. Se lo scorso anno erano stati 500 i partecipanti esterni alla comunità, quest’anno solo saliti a 800, di cui un centinaio presentatisi a San Patrignano direttamente questa mattina. Nonostante la tanta pioggia, in tanti hanno deciso di partecipare alla giornata di festa resa possibile dagli sponsor Aon, Despar Italia, Poligrafici Editoriale, Secchiaroli e Granarolo.

Non solo partecipanti del territorio, ma anche tante persone arrivate dalle regioni limitrofe come Umbria, Marche, ma anche Veneto e Trentino Alto Adige. Un risultato che ha fatto più che piacere ai 1300 ragazzi in percorso in comunità a cui gli esterni si sono uniti per dar vita alla marea arancione costellata di ombrelli, che ha invaso le strade della comunità per una mattinata all’insegna della gioia e dell’amore per la vita.

Fra i partecipanti anche Martina Colombari, amica della Comunità che ci ha tenuto davvero a far parte di questa giornata: “Sono amica di San Patrignano da sempre e la nostra terra ritrova in questa comunità tutte le sue qualità: accoglienza, speranza, fiducia, rinascita. Per me la corsa è una coccola che mi concedo, un momento che prendo per me, ma anche un grande momento di libertà come questa corsa in comunità”.

Altro testimonial della giornata Oscar di Montigny, esperto di comunicazione ed amico storico della comunità: “E’ stato un piacere ritornare a respirare l’aria di San Patrignano, una corsa per sottolineare la bellezza della vita e la possibilità per chiunque di potersi rialzare”.

Tra i runner anche il campione di pugilato cesenate Matteo Signani, che non manca mai alla WeFree Run: “Noi il sole ce l’abbiamo dentro. è stata dura ma anche la vita lo è: c’è un punto in cui si sale e uno in cui si scende, l’importante è non mollare mai”.

A partecipare alla corsa non competitiva anche parte del San Patrignano running team. “E’ stato un piacere vedere una così grande adesione ad un evento sportivo come questo dedicato alla prevenzione, uno dei cardini dell’impegno della comunità – spiega Claudio Lotti, presidente della polisportiva San Patrignano – Per noi lo sport è uno strumento educativo eccezionale per aiutare i nostri ragazzi e ci ha fatto davvero piacere condividere questo momento con tante persone arrivate da tutta Italia. Fra l’altro la loro partecipazione ci aiuterà a continuare a portare avanti il nostro progetto di prevenzione WeFree attraverso cui incontriamo 50mila studenti di tutta Italia ogni anno”.

Fra chi ha partecipato alla gara podistica su un circuito di 4 chilometri ripetuto per tre volte, pur essendo una non competitiva, in realtà è stata gara vera. Fra gli uomini a condurre dalla partenza all’arrivo sono stati Gianluca Borghesi e Mamadou Diouf che sono arrivati assieme, seguiti da Giovanni Pazzaglia. Per le donne invece sul podio Federica Moroni (1° classificata), poi Fausta Borghini, allenatrice del San Patrignano Running Team femminile e Luana Leardini. Una gara che si è conclusa con lo splendido pranzo in salone con tutti i ragazzi della comunità.

 

Sfoglia la galleria fotografica:

WeFree Run 2018

 

Guarda i video: